Un medico greco sospeso si suicida, tra assoluzioni e nuove richieste di libertà

Di Michael Nevradakis, Ph.D.

Un gruppo di 38 operatori sanitari greci non vaccinati, sospesi dal lavoro senza stipendio dal 2021 per non aver ricevuto il vaccino COVID-19, è stato assolto da un tribunale di Atene il 19 ottobre.

I lavoratori erano stati accusati di “disobbedienza” e “disturbo del traffico”, dopo il loro arresto e la detenzione notturna a seguito di una protesta del 7 luglio davanti alla residenza del primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis

L’assoluzione ha fatto seguito a unamanifestazione per la libertà organizzata ad Atene dagli operatori sanitari sospesi il 24 settembre, che ha visto gli interventi di un importante microbiologo, il dottor Sucharit Bhakdi, e del dottor Reiner Füellmich, un avvocato tedesco che ha convocato la Commissione investigativa Corona per indagare sui “crimini contro l’umanità” commessi in nome della lotta contro il COVID-19.

Tuttavia, l’assoluzione è arrivata anche nell’ombra di un recente suicidio commesso da uno degli operatori sanitari sospesi, che stava lottando per sopravvivere senza un reddito.

Come riportato da The Defender nell’aprile 2022, il ministero della Salute greco ha messo in congedo non retribuito tutti gli operatori sanitari che non hanno rispettato la scadenza del 1° settembre 2021 per la vaccinazione COVID obbligatoria del personale medico e che non hanno ricevuto una dose di richiamo entro il 31 marzo 2022.

Molti dei circa 10.000 operatori sanitari che inizialmente non si sono vaccinati hanno organizzato nel frattempo proteste e manifestazioni per chiedere il loro reintegro. Si sono inoltre opposti alle restrizioni COVID-19 della Grecia, considerate le più severe in Europa.

Mentre la maggior parte delle restrizioni in Grecia è stata revocata e la maggior parte dei luoghi di lavoro ha riaperto ai dipendenti non vaccinati, la sospensione degli operatori sanitari non vaccinati continua. Allo stesso modo, continuano le lotte politiche per stabilire se saranno reintegrati e a quali condizioni.

Un’assoluzione unanime

L’assoluzione dei 38 operatori sanitari sospesi, arrestati per aver protestato davanti alla residenza del primo ministro greco il 7 luglio, è ampiamente percepita dalla comunità degli attivisti greci come una significativa vittoria legale.

Un collegio di tre giudici del Tribunale penale di Atene ha assolto all’unanimità i 38 lavoratori durante il processo del 19 ottobre. In particolare, durante il processo, anche il pubblico ministero ha chiesto l’assoluzione, dicendo alla corte che lo Stato greco deve trovare qualche mezzo per reintegrare i lavoratori.

Tra i testimoni che hanno parlato a favore degli operatori sanitari c’era il direttore di uno dei più grandi ospedali pubblici di Atene, l’Ospedale Laiko, che ha dichiarato alla corte che non c’è alcuna buona ragione per continuare a sospendere gli operatori sanitari non vaccinati e che questa politica ha messo in difficoltà il sistema sanitario pubblico, già in difficoltà.

I lavoratori erano stati arrestati il 7 luglio dopo essersi riuniti a poca distanza dalla residenza del Primo Ministro Mitsotakis, nell’elegante quartiere di Lycabettus ad Atene, mentre manifestavano contro la loro continua sospensione.

In seguito agli arresti, in una dichiarazione diffusa su Telegram, l’Alleanza per la libertà medica greca e l’Alleanza mondiale dei medici hanno annunciato di essere “al fianco degli operatori sanitari sospesi… chiedendo il loro rilascio e il loro ritorno al lavoro”

Fuellmich e Bhakdi chiedono la libertà durante la manifestazione e la conferenza stampa di settembre ad Atene

Ildottor Reiner Füellmich e il dottor Sucharit Bhakdi hanno lanciato un messaggio di libertà e resistenza pacifica a una grande folla in Piazza della Libertà ad Atene il 24 settembre, nell’ambito di una manifestazione organizzata dai gruppi che rappresentano gli operatori sanitari sospesi in Grecia.

Argyri Kagia, un radiologo dell’ospedale Metaxa di Atene che fa parte del gruppo di operatori sanitari non vaccinati sospesi dal 1° settembre 2021, ha dichiarato a CHD Europe che alla manifestazione del 24 settembre hanno partecipato tra le 4.000 e le 5.000 persone.

Il dottor Füellmich si è rivolto per primo alla folla, facendo inizialmente riferimento al suo lavoro con il Comitato Investigativo Corona, di cui è co-fondatore. Ha detto:

Abbiamo fondato questo [comitato] nel luglio del 2020 perché non ricevevamo risposte dai nostri governi o dai media tradizionali. Ora sappiamo che non sono i nostri governi, non sono i nostri media mainstream. Sonodi proprietà del Forum economico mondiale [WEF].

Quando ci siamo resi conto che non avremmo ottenuto alcuna risposta a queste domande fondamentali: quanto è pericoloso il virus? Quanto è affidabile il test PCR? È stato usato in modo improprio per creare casi inesistenti? E quanto sono pericolose le misure adottate? Le maschere obbligatorie, l’allontanamento sociale e, naturalmente, i cosiddetti vaccini. Quando non abbiamo avuto risposte, abbiamo deciso di fare da soli.

Collegando le origini del WEF – e del suo fondatore, Klaus Schwab – alle idee di Charles Darwin sulla “sopravvivenza del più adatto,alla fondazione all’inizio delXX secolo della Società Eugenetica Britannica e della Società Eugenetica Americana e, successivamente, ai primi legami di Schwab con Henry Kissinger e la CIA, il dottor Füellmich ha collocato il WEF e i suoi “Giovani Leader Globali” dietro gli eventi degli ultimi due anni:

“È ilWorld Economic Forum che gestisce lo spettacolo. Usano i politici. Usano i media tradizionali. Li hanno comprati e sono i loro burattini. Non sono i nostri politici, non sono i nostri governi. Sono loro.

Sulla piattaforma del Forum Economico Mondiale, nei loro incontri annuali a Davos, hanno infiltrato i politici. È qui che ogni anno si incontrano un migliaio di aziende globali con la politica e i media, e anche alcune persone molto importanti. Lo chiamano partenariato pubblico-privato. Ma in realtà hanno preso il controllo. Si tratta di un’acquisizione ostile dei nostri politici pubblici e delle nostre istituzioni pubbliche, delle nostre agenzie, un’acquisizione ostile di queste agenzie da parte di ricchi, ricchissimi criminali. E hanno portato via tutto quello che potevano.

Il Dr. Füellmich ha accusato queste entità, compresi i politici che ha descritto come “burattini” che “non sanno nulla” e “hanno inventato biografie,di orchestrare non solo tutto ciò che riguarda il COVID-19, ma anche numerose altre crisi:

Non c’è nessuna pandemia. È un’invenzione. È una ‘plandemia’. Dietro a tutto questo c’è l’idea dell’eugenetica… che ora si è trasformata in genocidio. È ora di dire la verità. È ora di non usare più mezzi termini. È ora di chiamare le cose con il loro nome. Questa è eugenetica e si è trasformata in genocidio.

come è iniziata questa pandemia e perché non è una pandemia, ma una “plandemia”? Beh, prima di tutto, dovete sapere che questa è solo una parte della loro cassetta degli attrezzi per tenerci in modalità panico. È la “plandemia”. È la crisi ucraina. È il riscaldamento globale, è la carenza di cibo, è la carenza di energia.

Secondo il Dr. Füellmich, un’altra crisi finanziaria stava per colpire alla fine del 2019 e questa volta “erano in preda al panico perché ora sanno che molti di noi capiscono cosa sta succedendo e avevano bisogno di distogliere la nostra attenzione dal furto dei vostri beni, dei vostri porti, dei vostri aeroporti, delle vostre isole a ‘oh, c’è una pandemia’”

Il Dr. Füellmich ha detto che questo è stato realizzato in due modi, “perfar sì che tutti abbiano paura di tutti“: inventando il concetto di “infezioni asintomatiche“, che ha descritto come una “palese bugia“, e alterando i risultati dei test PCR fino a renderli completamente inaffidabili. Questo, ha detto il Dr. Füellmich, “è il modo in cui hanno creato i casi”.

Inoltre, il dottor Füellmich ha spiegato che i casi sono stati utilizzati per “dichiarare un’emergenza sanitaria di portata internazionale“, cioè una pandemia. Questo è stato fatto, ha detto, “perché solo sulla base di un’emergenza sanitaria internazionale si possono usare farmaci totalmente non testati sulle persone

“Ivaccini non sono vaccini“, ha dichiarato il Dr. Füellmich. “Sonoiniezioni sperimentali… per usare nuovi farmaci non testati sulle persone, ed è quello che sta accadendo ora. Questo è un esperimento. È un esperimento medico senza che nessuno lo controlli”.

Tuttavia, il Dr. Füellmich ha anche affermato la sua convinzione che un mondo migliore sia possibile, dicendo al pubblico: “Sappiamo cosa ci fa bene e cosa ci fa male. Non abbiamo bisogno che qualcuno ce lo dica. Ecco perché dovremmo organizzarci nelle nostre regioni e creare un nostro sistema.

Il Dr. Füellmich ha aggiunto:

Dobbiamo far emergere la verità. Ora stiamo raccogliendo molti consensi, anche da parte di coloro che sono stati ingannati, manipolati, che hanno ricevuto i colpi. Stanno iniziando a fare domande, proprio come abbiamo fatto noi fin dall’inizio. Si uniranno alle nostre forze e ci renderanno ancora più forti. Quindi dobbiamo continuare a parlare.

Dobbiamo anche renderci conto che non si tratta di potere globale. Nessuna società globale, nessuna ONG globale ha il potere di dirci qualcosa. Dovremmo, tutti noi, staccarci dalla NATO, dall’UE, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, da tutti questi organismi.

Non abbiamo bisogno di loro. Loro hanno bisogno di noi. Dovremmo mandarli direttamente all’inferno. Il loro sistema sta crollando sotto i nostri occhi. Sta crollando. Non c’è modo di salvarlo

Dovremmo creare un nostro sistema nella nostra regione, perché sappiamo meglio di chiunque altro cosa è bene per noi”, ha continuato il dottor Füellmich. “Non abbiamo bisogno che qualcuno da lontano ci dica cosa fare e cosa non fare. Dobbiamo, tutti noi, renderci conto di avere una sovranità personale… Siamo tutti liberi. Possiamo fare quello che vogliamo

Questo può essere fatto, ha detto il dottor Füellmich, sviluppando comunità regionali autosufficienti con la propria assistenza sanitaria, persino con il proprio sistema giudiziario, e che sarebbero interconnesse tra loro, per “costruire un mondo molto migliore, [più] umano

Dopo il dottor Füellmich, è salito sul podio il dottor Bhakdi, che ha tenuto un discorso più incentrato sulla biologia, ma che si è concluso con un analogo messaggio di speranza.

Il dott. Bhakdi ha anche messo in discussione la narrazione ufficiale sull’origine del COVID-19, dicendo alla folla che “sibasa sulla vostra ignoranza della biologia di base,aggiungendo che si tratta di una “questione di vita e di morte che è controllata dal vostro sistema immunitario e dal sistema immunitario di tutti gli animali”.

Senza l’opposizione del pubblico, ha detto il dottor Bhakdi, questo stato di cose continuerà:

Nel momento in cui si usa qualcosa che è basato sui geni… si sta chiedendo l’inferno e si otterrà l’inferno. Quelle persone lassù che hanno pianificato tutto questo hanno pianificato l’inferno per tutti noi. E voi fate parte dei pochi in Grecia che se ne sono resi conto in tempo per proteggere voi stessi e i vostri cari con un sacrificio incommensurabile

Il dottor Bhakdi ha spiegato il funzionamento interno del sistema immunitario umano e la capacità del corpo umano di guarire le ferite e di rigenerare le cellule, tranne che in due organi: il cuore e il cervello. Ha detto che questi sono i due organi più colpiti dai vaccini COVID-19.

“Ilcervello e il cuore non possono essere sostituiti“, ha detto il dottor Bhakdi, “e questa è la fonte della tragedia del vaccino, l’incubo del vaccino

Ha proseguito:

Ci sono trombosi capillari e vasculiti microvascolari che si verificano in molte, molte parti del cervello dello stesso paziente. Questo non è mai stato descritto nei libri di testo… e, guarda un po’, dove hanno trovato queste lesioni, hanno trovato la proteina spike di questo dannato virus“.

“Esisteuna malattia conosciuta dall’umanità e dalla medicina in cui si ha una trombosi capillare nel cervello? … Posso dirvi che no, non c’è perché i capillari sono così protetti che non c’è coagulazione nei capillari“.

Intorno a questi vasi, hanno scoperto che si tratta di cellule cerebrali che stanno morendo… Immaginate che le vostre cellule cerebrali in diverse parti del cervello stiano morendo. State perdendo qualcosa per sempre. Qualcosa che vi è stato dato e che non potrà mai esservi restituito. Non so quanti di voi hanno notato che le persone che soffrono dopo le complicazioni del vaccino sono alterate nella loro mente. Non sono più la stessa persona. Ne conosciamo molti.

Il cuore è colpito in modo simile, ha detto il dottor Bhakdi:

Abbiamo avuto un’encefalite multifocale, necrotizzante e allo stesso tempo una miocardite. Questo non esiste nella letteratura medica. Non si può mai avere un’encefalite multifocale e una miocardite. Solo dopo la vaccinazione. E nel cuore si vedono le stesse cose. Sono i piccoli vasi del cuore a essere colpiti e uccisi. E nel cuore si vede la stessa cosa che accade nel cervello.

Questo, tuttavia, non ferma enti come l’OMS, ha continuato il dottor Bhakdi:

L’OMS ha dichiarato quattro settimane fa che implementerà i vaccini a mRNA per tutto. Tutte le vaccinazioni per bambini, adulti e anziani. E se stanno facendo questo ai nostri bambini. Ai vostri figli. È la fine dell’umanità. Questi vaccini devono essere fermati dal giuramento di Ippocrate.

Il dottor Bhakdi, concludendo il suo discorso con un messaggio di speranza, ha invitato il popolo greco a unirsi:

Voi non sapete perché le grandi personalità, gli individui hanno portato la Grecia nei libri di storia. Voi potete fare qualcosa che non è mai stato fatto prima, e cioè che il popolo greco possa riunirsi e mostrare al mondo come una nazione divisa possa riunirsi grazie alla propria grandezza“.

Mi rivolgo a voi, e a entrambe le parti, affinché smettiate di litigare, di discutere, ma vi riuniate e mostriate al mondo come il popolo stesso possa unire una nazione. Nonostante tutte queste persone terribili che stanno cercando di dividervi, mostrate al mondo che avete riconquistato la vostra libertà e la vostra umanità”.

Secondo la dottoressa Kagia, l’interesse dei media greci per la manifestazione – e per la conferenza stampa tenuta dai dottori Füellmich e Bhakdi un giorno prima – è stato limitato. Ha dichiarato a CHD Europe:

Il numero di giornalisti che hanno partecipato alla conferenza stampa è stato limitato. Inoltre, non era presente nessuno delle istituzioni ufficiali, come gli uffici del ministro della Salute e del vice ministro della Salute, il presidente dell’Associazione medica di Atene e altri invitati su richiesta di Bhakdi, come era prevedibile.

“Tracoloro che si sono presentati c’erano alcuni giornalisti di ‘media alternativi’, principalmente online

Un giorno prima, il dottor Bhakdi, in una conferenza stampa presso l’Unione dei giornalisti di Atene (ESHEA), aveva elogiato gli operatori sanitari greci sospesi per la loro continua lotta:

Nel Paese in cui sono nate la democrazia e la libertà, che è la Grecia, c’è l’unica associazione di operatori sanitari e medici che si è riunita per dire: “Raggiungiamo i nostri colleghi e i nostri concittadini per cercare di raddrizzare le cose” Ed è un grande privilegio per me poter essere con loro“.

Questi medici stanno sostenendo il giuramento e l’onore delle persone nel Paese in cui tutto è iniziato. Per questo ho accettato subito l’invito a venire qui”.

Il dottor Bhakdi ha detto che spetta ai medici aiutare a liberare l’umanità da questa “terribile situazione“:

” … Nessuno di noi è venuto qui per attaccare qualcuno. Non siamo venuti per combattere. Siamo venuti per unirci. Vogliamo che i nostri colleghi, in particolare, si uniscano a noi in una vera discussione scientifica su ciò che potrebbe essere vero e ciò che potrebbe essere falso. Perché solo se i medici stessi si uniscono possiamo sperare di cambiare questa terribile situazione

Il dottor Bhakdi ha parlato anche dei bambini greci e del loro alto tasso di obesità:

I poveri bambini stanno soffrendo. Vengono torturati a causa degli adulti. E solo questo è così tragico. Naturalmente i bambini non si muovono più. Sono angosciati. Sono depressi. E cosa fanno i bambini? Mangiano di più, si muovono meno e stanno seduti davanti al computer. Questa situazione si è sviluppata nel corso dei decenni e non è stata fermata.

E ora, naturalmente, la società greca e i politici la stanno facendo rispettare. Così la Grecia sta distruggendo il proprio futuro, i bambini. Proprio come… le maschere. Le maschere hanno spinto i bambini al suicidio. Le maschere hanno spinto i bambini alla… psichiatria

Il dottor Bhakdi ha aggiunto alcune osservazioni sui pericoli per la salute associati all’uso delle maschere:

“Per i bambini è ormai noto… è stato pubblicato che dopo tre minuti di utilizzo di una qualsiasi maschera, la concentrazione di CO2 è molte volte superiore a quella consentita sul luogo di lavoro di un greco adulto. Quindi, se questa concentrazione fosse qui, dovremmo tutti andarcene. È un veleno.

E questo vale anche per gli adulti. Quindi tutti coloro che indossano una maschera dopo tre minuti stanno respirando più CO2 di quanta ne sia consentita sul posto di lavoro di un cittadino europeo adulto e civile

Anche la premessa che i virus possano causare pandemie e che le maschere possano proteggere gli individui in tali situazioni è stata messa in discussione dal dottor Bhakdi:

Rendetevi conto di questo: nessun virus, di origine naturale, potrà mai causare una pandemia, perché il vostro sistema immunitario è addestrato a combattere virtualmente tutti i virus immediatamente [dalla] nascita. Ogni bambino può farlo

Il dottor Bhakdi ha anche affrontato le possibili origini del COVID-19, compresa la possibilità che sia emerso come risultato di una fuga di notizie dal laboratorio, e il coinvolgimento di Bill Gates:

È noto che gli americani e i gruppi che hanno collaborato con Wuhan per decenni, molti anni, per creare un virus, questo coronavirus… hanno cercato di creare un virus che potrebbe rivelarsi mortalmente pericoloso. Sì, è venuto dal laboratorio.

Questo, tuttavia, non è riuscito, secondo il dottor Bhakdi:

Ma… si sono sopravvalutati. Pensavano di poter fare qualcosa. Ma Dio, tu non sei Dio. E hanno fallito. Ecco perché il virus non è mai stato un dispositivo chiave.

Bill Gates è stato coinvolto in questa storia per tanti anni. Volevano che un vaccino diventasse necessario. Volevano che il vaccino fosse basato sui geni… perché questi vaccini sono molto economici da produrre e i profitti che stanno facendo sono tali che l’intera fortuna del mondo sta andando a zero in fondo. Così presto voi non avrete nulla e loro avranno tutto.

L’errore commesso con i vaccini a mRNA è stato quello di non conoscere abbastanza l’immunologia per sapere che questi vaccini uccideranno le persone”.

“Ilsistema immunitario è in grado di affrontare qualsiasi virus in qualsiasi parte del mondo”, ha detto il dottor Bhakdi. “E questo non si può cambiare se non si va in giro a vaccinarsi. Non iniziate a curare cose di cui si occupa il vostro sistema immunitario”.

Ha aggiunto il dottor Bhakdi:

Lasciatemi dire una cosa. Oggi non esiste alcun virus che possa causare una pandemia, perché i virus non uccidono. L’influenza spagnola ha ucciso perché i pazienti hanno avuto una superinfezione batterica. Questo non può più accadere perché ci sono gli antibiotici che lo impediscono. Ecco perché i virus respiratori non uccidono mai.

Il dottor Füellmich, intervenendo alla stessa conferenza stampa, ha dichiarato di essere “onorato di essere qui per una ragione molto semplice: perché la Grecia è la culla della democrazia. E se lo Stato di diritto non funziona, non avremo alcuna democrazia”.

“Siamogià impegnati in diverse battaglie giudiziarie che non hanno più senso in Germania“, ha detto Füellmich. “Ma ha molto senso continuare la lotta legale nei tribunali americani

Questa lotta, ha detto il Dr. Füellmich, è, alla radice, contro “la mafia finanziaria anglo-americana,che comprende “lamaggior parte [o] tutte le banche di questo mondo intero, comprese le banche centrali, la Banca Centrale Americana, la Fed, la Banca Centrale Tedesca, la Banca Centrale Greca”.

Paragonandolo a un “esperimento militare,il dottor Füellmich ha detto che la “plandemia” è stata pianificata per decenni, comprese esercitazioni e proiezioni come l’Operazione Dark Winter nel 2000 e l’Operazione Lock Step nel 2010, aggiungendo che “i vaccini sono stati brevettati per anni … i test PCR sono stati brevettati per fare questo per anni”.

Sono andati troppo oltre, troppo in fretta. Ci hanno rubato troppo. Ed è per questo che si sono affrettati, perché non avevano tempo”, ha detto il dottor Füellmich.“Avevanobisogno di misure drastiche e rapide… perché sempre più persone si stavano svegliando

Tuttavia, secondo Füellmich, c’è “una luce alla fine del tunnel“:

“C’è unaluce alla fine del tunnel perché le persone dall’altra parte… sono stupide. Non sono molto intelligenti

Siete voi che cambierete la situazione e che farete in modo che le persone stiano meglio per quanto riguarda la loro salute… Questo non può essere fatto dai virologi o dagli scienziati. Sono i medici che devono farlo.

La conferenza stampa dei dottori Bhakdi e Füellmich si è svolta in mezzo a tentativi di “sabotaggio“.

In una dichiarazione rilasciata a CHD Europe, il dott. Kagia ha affermato che ci sono stati tentativi di “sabotare” la conferenza stampa, tra cui la diffusione di voci secondo cui sarebbe stata “cancellata“, nonché insinuazioni razziste sui partecipanti incluse in una dichiarazione dell’Associazione nazionale dei dipendenti degli ospedali pubblici (POEDHN), che si riferiva indirettamente al dott. Bhakdi come “un indiano” (il dott. Bhakdi è un cittadino tedesco di origine thailandese).

Manifestazione, assoluzione oscurata dal suicidio del medico sospeso

A gettare un’ombra cupa sulla manifestazione di settembre e sulla successiva assoluzione dei 38 operatori sanitari che dovevano rispondere di accuse penali, è stata la notizia che uno degli operatori sanitari sospesi si è suicidato a fine settembre.

Una dichiarazione congiunta che è circolata sul canale Telegram dell’Alleanza Mondiale dei Medici e che è stata co-firmata dall’Alleanza per la Libertà Medica Greca ha riportato la notizia di un dentista, residente ad Atene, con le iniziali X.P., che si è suicidato il 29 settembre.

Secondo la dichiarazione:

Era una giovane professionista, aveva appena avviato il suo studio dentistico ad Atene, ma è stata costretta a chiuderlo un anno fa, quando in Grecia è stata emanata una legge antiscientifica e criminale che vieta a tutti gli operatori sanitari non vaccinati per la COVID-19 di svolgere qualsiasi tipo di lavoro in tutta la Grecia“.

“Hasofferto di un’immensa pressione finanziaria, dato che aveva contratto dei prestiti per avviare la sua attività, mentre la sua famiglia non la sosteneva nel suo complesso, dato che alcuni di loro la spingevano a fare il vaccino, maltrattandola in continuazione per non averlo fatto (come i media sistemici incoraggiavano la gente a fare contro chiunque non fosse vaccinato da 1 anno e mezzo).

In seguito alla notizia del suicidio della giovane dentista, si è scatenata un’ondata di solidarietà e sostegno, ma anche di rabbia e frustrazione per la continua sospensione degli operatori sanitari non vaccinati.

Konstantinos Vathiotis, ex professore di diritto presso la facoltà di legge greca Democritus, che si è dimesso all’inizio del 2021 criticando aspramente il governo greco e la “cellula digitale” che stava imponendo alla società, è diventato uno schietto oppositore delle restrizioni COVID-19 in Grecia ed è un sostenitore degli operatori sanitari sospesi.

In un’intervista radiofonica trasmessa il 6 ottobre, Vathiotis ha dichiarato che la morte del dentista “non è stata un suicidio, ma un omicidio colposo indiretto” da parte dello Stato greco.

In una dichiarazione pubblicata sui social media, la dottoressa Zafeiria Kakaletri, dentista di Sparta, ha scritto un commovente tributo alla sua defunta collega, facendo riferimento alla miriade di sfide che aveva dovuto affrontare prima di porre fine alla sua vita:

Noto che la mia giovane collega non era benestante. Al contrario, proprio come gli altri colleghi… aveva affrontato numerose difficoltà finanziarie, soprattutto perché non aveva un lavoro.

Questa situazione l’ha portata alla depressione e, da quanto abbiamo appreso, non ha ricevuto alcun sostegno. In particolare… un importante membro della famiglia la trattava come se fosse pazza perché non voleva vaccinarsi, anche a costo del suo lavoro. Questo membro della famiglia la maltrattava costantemente.

Anche la dottoressa Kakaletri non è vaccinata e partecipa al movimento contro la sospensione dei medici.

Ha anche espresso dure critiche al governo greco per le sue politiche. La dott.ssa Kakaletri ha anche criticato le associazioni legali e mediche greche per la loro inazione e i media greci per aver ignorato il suicidio e la questione più ampia degli operatori sanitari sospesi.

Definendo i suddetti attori “criminali” e descrivendo i “media sistemici” come fornitori di “lavaggio del cervello e ricatto, hascritto:

Come forse saprete, gli operatori sanitari non vaccinati in Grecia, per la prima volta a livello mondiale… non hanno il diritto di essere impiegati in nessun settore. Per legge sono disoccupati a tempo indeterminato, condannati all’incapacità di sopravvivere“.

Dove sono stati gli ordini degli avvocati e dei medici in Grecia nell’ultimo anno?

i responsabili morali sono questi ridicoli personaggi del Parlamento che hanno acconsentito alla disoccupazione, all’impoverimento e alla fame di tutti questi operatori sanitari”.

La dottoressa Kakaletri ha concluso la sua dichiarazione con un appello aperto ai vaccinati e ai non vaccinati, esortando all’unità, in memoria del suo collega. Ha dichiarato:

Giuro, in nome del mio collega e di tutte le vittime… di questo crimine in corso che viene perpetrato nel nostro Paese… dagli ‘esperti’ ignoranti, dai politici arroganti e dai ‘tele-dottori’ che appaiono sui media sistemici, che insieme hanno soggiogato la conoscenza medica, che non smetterò di partecipare alle azioni legali, fino a quando non sarà fatta giustizia in loro nome e contro tutti i responsabili, a tutti i livelli, e pagheranno, in tutti i modi legali, per questo crimine“.

Tutti sono pregati di unirsi a noi. Non importa se siete stati vaccinati o quale sia la vostra opinione sul vaccino. Unitevi a noi per costringerli a pagare per la miseria che hanno perpetrato e per la loro responsabilità morale per i pensieri suicidi che hanno favorito in tanti, nei nostri colleghi e in altri, e per il ricatto che hanno imposto a tutti coloro che erano obbligati a vaccinarsi per non perdere il lavoro“.

Anche i media sistemici non saranno esenti da queste accuse.

Ping-pong politico in relazione alla questione degli operatori sanitari sospesi

Con le elezioni parlamentari in Grecia previste per il luglio 2023 – e con la possibilità che vengano indette elezioni lampo in qualsiasi momento prima di allora – la questione degli operatori sanitari sospesi ha fatto il suo ingresso nel discorso politico del Paese.

Thanos Plevris, ministro della Sanità greco, precedentemente eletto sotto l’egida del partito politico di estrema destra LAOS (Raduno Popolare Ortodosso) e che non è un medico, ha dichiarato in un’intervista televisiva il 16 ottobre che la sospensione degli operatori sanitari non vaccinati è stata “una delle decisioni più corrette” prese dall’attuale governo da quando è salito al potere nel 2019.

Plevris ha aggiunto che solo circa 2.100 operatori sono rimasti sospesi e fuori dal lavoro, sminuendo l’impatto della loro assenza sul sistema sanitario pubblico.

Tuttavia, il dottor Kagia ha dichiarato a CHD Europe che il numero di operatori sanitari sospesi nel solo sistema sanitario pubblico è di 7.500, mentre circa lo stesso numero di operatori sanitari del settore privato rimane disoccupato.

Kagia ha aggiunto che alcuni degli operatori sanitari sospesi sono stati in grado di tornare “temporaneamente” al loro lavoro dopo una diagnosi positiva di COVID-19, poiché la loro immunità naturale è riconosciuta per un periodo di sei mesi.

In un’altra intervista televisiva del 3 ottobre, Plevris ha dichiarato che la sospensione degli operatori sanitari è “in fase di rivalutazione”.

In particolare, la dott.ssa Maria Pagoni, presidente dell’EINAP, un sindacato di medici impiegati negli ospedali della zona di Atene, ha dichiarato in un’apparizione televisiva del 5 ottobre che gli operatori sanitari non vaccinati dovrebbero essere autorizzati a tornare al loro lavoro e che “hanno subito abbastanza pressioni”

La dott.ssa Pagoni è diventata molto nota in Grecia per le sue frequenti apparizioni sui media a sostegno delle restrizioni del governo greco sul COVID-19. Tuttavia, in almeno un’occasione, ha marciato con gli operatori sanitari non vaccinati che manifestavano contro la loro sospensione.

Più di recente, tuttavia, la dottoressa Pagoni ha avvertito che sono in arrivo ulteriori “difficoltà” in relazione alla diffusione del COVID-19.

In particolare, il 4 ottobre il Ministro della Salute Plevris ha annunciato che il governo stava valutando la possibilità di revocare le multe di 150 euro al mese che erano state imposte alle persone non vaccinate di età pari o superiore ai 60 anni tra gennaio e maggio 2022, quando la misura era stata “congelata”.

Più tardi, in ottobre, l’ufficio dell’avvocato pubblico greco ha annunciato che queste multe sarebbero state cancellate per diverse categorie di persone, per conto delle quali erano state presentate delle denunce, tra cui coloro che avevano chiesto e ottenuto delle esenzioni mediche all’obbligo vaccinale.

Secondo l’Associazione dei medici greci a sostegno della democrazia e della libertà (SYDE), che ha sostenuto gli operatori sanitari sospesi, il governo greco non vuole reintegrarli perché ha in mente la privatizzazione del servizio sanitario pubblico, che prevede la creazione di un database obbligatorio a gestione privata contenente i dati sanitari di tutti i cittadini.

A tal fine, all’inizio del mese i media hanno riferito che il governo greco è pronto a consentire ai medici impiegati nel sistema sanitario pubblico di gestire il proprio studio privato e/o di cercare lavoro anche in cliniche mediche private.

Il dottor Kagia ha dichiarato a CHD Europe che “il servizio sanitario nazionale è al collasso,aggiungendo che “la maggior parte delle posizioni che si sono rese vacanti dopo la sospensione di massa [degli operatori sanitari non vaccinati] non sono state occupate“. “Al contrario, il personale esistente viene “condiviso” tra gli ospedali per colmare le lacune.

Di conseguenza, i lavoratori che continuano a essere impiegati nel sistema sanitario pubblico sono “completamente esausti, [lavorano] al limite della loro salute fisica e mentale,portando molti di loro a dimettersi o ad andare in pensione anticipata “non potendo più sopportare la pressione

L’opposizione a questi sviluppi è sfociata in una grande manifestazione di operatori sanitari pubblici ad Atene il 19 ottobre, che ha chiesto il rafforzamento del sistema sanitario pubblico, alla quale hanno partecipato anche molti operatori sanitari sospesi.

La manifestazione è culminata in un incontro non programmato con il viceministro della Salute Mina Gaga, al quale hanno partecipato operatori sanitari sospesi come il dottor Kakaletri.

Secondo un post pubblicato sui social media dal dottor Kakaletri, gli operatori sanitari sospesi presenti all’incontro hanno ripetutamente chiesto l’annullamento della legislazione “criminale” relativa alle loro sospensioni.

La dott.ssa Kakaletri ha aggiunto di aver riferito a Gaga “il suo dolore per il [recente] suicidio del suo collega sospeso” e le posizioni ufficiali della World Freedom Alliance Greece, della Greek Medical Freedom Alliance e della World Doctors’ Alliance sulla questione.

La dott.ssa Kagia, a sua volta, ha descritto i prossimi passi degli operatori sanitari sospesi, dicendo a CHD Europe che “continueranno la battaglia che hanno iniziato contro il sistema politico corrotto”.

Ha aggiunto che “un anno dopo essere stati estromessi dai nostri posti di lavoro, continueremo, con ancora più zelo, a raccogliere dati, a protestare, a portare alla luce, a rivelare e a proclamare la verità, ovvero che lo Stato [greco] sta uccidendo i suoi cittadini e che solo i cittadini possono fermarlo

Please read our Re-publishing Guidelines.


Message from RFK
Share via
Copy link
Powered by Social Snap