Come è stata creata una falsa narrativa sull’idrossiclorochina e molto altro

Di Meryl Nass, MD, ABIM

Questo è l’articolo più importante che abbia mai scritto, perché rompe la narrazione plandemica. Forse potremmo dire che porta ad ebollizione la pandemia in modo che tutti possano vedere/annusare quanto è marcia all’interno.

Ho iniziato a scrivere su questo argomento sul mio blog a maggio 2020 e ho continuato ad aggiungere articoli. Poiché avevo solo 1.000 abbonati quando l’ho pubblicato su Substack a marzo, lo pubblico di nuovo per gli altri 12.000 e più.

È notevole che una vasta serie di eventi verificatisi negli ultimi mesi abbia prodotto un messaggio unificato sull’idrossiclorochina (HCQ) e prodotto politiche simili sul farmaco negli Stati Uniti, in Canada, in Australia, in Nuova Zelanda e nell’Europa occidentale. Il messaggio è che l’idrossiclorochina generica ed economica (costa solo $ 1,00 per produrre un ciclo completo) è pericolosa e non dovrebbe essere usata per trattare una malattia potenzialmente fatale, il Covid-19, per la quale non esistono (altri) trattamenti affidabili.

L’idrossiclorochina è stata utilizzata in modo sicuro per 65 anni in molti milioni di pazienti. E così è stato creato il messaggio che il farmaco è sicuro per altri usi, ma pericoloso se usato per il Covid-19. Non ha senso, ma sembra aver funzionato.

Negli Stati Uniti, “Never Trump” si è trasformato in “Never Hydroxychloroquine” e il risultato della pandemia è “Never Over”. Ma mentre la rotazione anti-Trump è ciò che ha caratterizzato le strategie di soppressione negli Stati Uniti, le frodi perpetrate sull’idrossiclorochina e sulla pandemia includono la maggior parte dei paesi occidentali.

Perché dico “mai finita”? Sto ampliando questa affermazione con a), b), c) il 30 agosto. Più avanti nel documento vengono fornite ulteriori prove.

  1. Perché se le persone fossero trattate con HCQ all’inizio della loro malattia, oltre il 99% avrebbe risolto rapidamente l’infezione, evitando la progressione verso lo stadio avanzato della malattia caratterizzato da tempesta di citochine, trombofilia e insufficienza degli organi. Nonostante le affermazioni contrarie, questo trattamento è molto sicuro. (Eppure, il trattamento ambulatoriale è vietato in molti stati degli Stati Uniti.) AGGIORNAMENTO 15 gennaio: il CDC ha dimenticato di riscrivere la sua guida su malaria e idrossiclorochina durante Covid. Il CDC afferma che l’idrossiclorochina “può essere tranquillamente assunta dalle donne in gravidanza e dalle madri che allattano …” Solo “quando viene utilizzata a dosi più elevate per molti anni, si è verificata una rara condizione oculare chiamata retinopatia”.
  2. Se le persone fossero trattate profilatticamente con questo farmaco (usando solo 2 compresse a settimana) come è avvenuto in alcune aree e in alcuni gruppi professionali in India, ci sarebbero stati probabilmente almeno il 50% in meno di casi dopo l’esposizione. (Tale trattamento è attualmente vietato in gran parte degli Stati Uniti, incluso nel mio stato del Maine.)
  3. I protocolli per il trattamento in ospedale (sconosciuti durante il picco iniziale della malattia negli Stati Uniti e in Europa) che utilizzano HCQ e anticoagulanti, steroidi, vitamine, zinco e altri farmaci selezionati individualmente come quelli utilizzati alla NYU, hanno ridotto significativamente la mortalità del numero molto esiguo di persone che potrebbero ancora progredire verso una malattia grave. (La FDA, tuttavia, sconsiglia l’uso di HCQ al di fuori degli studi clinici e CDC e NIH lo sconsigliano.)

Se seguissimo a), b) e c) il risultato sarebbero periodi di infettività molto più brevi, cariche virali inferiori, malattie meno gravi e trasmissione considerevolmente inferiore. L’R zero (numero medio di persone infettate da ciascun caso) scenderebbe al di sotto di uno e la pandemia si estinguerebbe presto.

Gli atti per sopprimere l’uso di HCQ sono stati accuratamente orchestrati? Decidete voi.

Questi eventi potrebbero essere stati pianificati per mantenere viva la pandemia? Vendere farmaci e vaccini costosi a una popolazione in cattività? Questi atti potrebbero comportare prolungate difficoltà economiche e sociali, trasferendo infine ricchezza dalla classe media a quella molto ricca? Questi eventi sono la prova di una cospirazione?

Ecco un elenco di ciò che è successo, senza un ordine particolare. Aiutateci ad aggiungere a questo elenco se conoscete altre azioni che dovrei includere. Questo sarà un documento vivo, nuove informazioni verranno aggiunte non appena saranno disponibili.

L’ho scritto come se fosse l’elenco delle cose da fare che devono essere eseguite da coloro che tirano i fili. Le voci dell’elenco sono già state eseguite. Viene da chiedersi cos’altro potrebbe esserci nella loro lista, ancora da realizzare, per questa pandemia.

———————

  1. Impedire ai medici di usare il farmaco nei modi in cui è più probabile che siano efficaci (in regime ambulatoriale all’esordio della malattia). Vietarne l’uso al di fuori delle situazioni che possono essere controllate. Le situazioni che sono state controllate per non mostrare alcun beneficio includevano 3 ampi studi clinici randomizzati e multicentrici (Recovery, Solidarity e REMAP-Covid), il tipo di studi che generalmente si ritiene forniscano le prove più affidabili. Tuttavia, ognuno di loro ha utilizzato dosi eccessive di idrossiclorochina che erano note per essere tossiche e in alcuni casi potrebbero essere state fatali; vedi i miei articoli precedenti qui e qui. E anche un quarto studio cinese che ha utilizzato dosi eccessive (3,6 g di HCQ nei primi tre giorni e 800 mg al giorno, paragonabili agli studi di cui sopra) non ha riscontrato alcun beneficio dall’HCQ.
  2. Prevenire o limitare l’uso in regime ambulatoriale controllando la fornitura del farmaco, utilizzando metodi diversi nei diversi paesi e stati. Ad esempio, nello stato di New York, per ordine del governatore, l’idrossiclorochina poteva essere prescritta solo ai pazienti ospedalizzati. In Nevada, il governatore ha vietato sia la prescrizione che la somministrazione di farmaci a base di clorochina per una diagnosi di Covid-19. Nel New Jersey, il Dipartimento dei consumatori ha richiesto un risultato positivo del test prima che una prescrizione di clorochina potesse essere dispensata o prescritta. Già a marzo, i consigli delle farmacie si stavano coordinando per limitarne l’uso. La Francia ha emesso una serie di regolamenti diversi per limitare l’utilizzo da parte dei prescrittori. Il 13 gennaio il ministro della Salute francese ha anche cambiato lo stato del farmaco, che è passato da farmaco da banco (OTC) a un farmaco che richiede una prescrizione.
  3. Esaltare il pericolo del farmaco, sottolineando gli effetti collaterali che sono molto rari quando il farmaco viene usato correttamente. Assicurarsi che tutti abbiano sentito parlare dell’uomo che è morto dopo aver consumato idrossiclorochina sotto forma di detergente per acquari. Eppure, la sua tossicità alle dosi approvate è minima. La clorochina è stata aggiunta al sale da cucina in alcune regioni negli anni ’50 come prevenzione della malaria, secondo il professor Nicholas White nel suo studio per il trial Recovery.
  4. Limitare gli studi clinici ai pazienti ospedalizzati, invece di testare il farmaco in regime ambulatoriale, all’inizio della malattia, quando si prevede che sia più efficace. Infine, ma non fino a maggio, il NIAID di Fauci conduce una sperimentazione in regime ambulatoriale, utilizzando idrossiclorochina più azitromicina, ma arruola solo 20 pazienti, dopo averne pianificati 2.000. Ridurre la durata del follow-up da 24 settimane a 13 giorni dopo il trattamento. Annullare lo studio dopo sole 5 settimane, dichiarando arruolamenti inadeguati, anche se ci sono 11 sedi di studio per arruolare pazienti.
  5. Progettare una serie di studi clinici per somministrare una dose troppo alta, assicurando che il farmaco provochi danni in alcuni soggetti, sufficienti a mascherare ogni possibile effetto benefico. Assicurarsi che le sperimentazioni in 400 ospedali in 35 paesi (Solidarity) più la maggior parte degli ospedali nel Regno Unito (Recovery) utilizzino queste dosi pericolose, nonché siti aggiuntivi in ​​13 paesi (trial REMAP-Covid). C’erano ulteriori studi Covid-19 che utilizzavano dosi eccessive simili, come PATCH, che non ho ancora affrontato.
  6. Progettare sperimentazioni cliniche in modo da non raccogliere quasi nessun dato sulla sicurezza, quindi qualsiasi causa di morte dovuta alla tossicità del farmaco sarà attribuita alla malattia anziché al farmaco.
  7. Emettere le regole per l’uso del farmaco sulla base dei risultati dello studio Recovery del Regno Unito, che ha pazienti con overdose. Naturalmente i risultati di Recovery hanno mostrato più decessi nel braccio idrossiclorochina, poiché hanno somministrato ai pazienti 2,4 g nelle prime 24 ore, 800 mg/die in seguito. Inoltre, il Regno Unito ha il secondo tasso di mortalità più alto al mondo per Covid-19 (il Belgio è il primo), quindi la semplice conduzione del processo nel Regno Unito potrebbe aver contribuito agli scarsi risultati.
  8. Pubblicare, nella rivista medica più letta al mondo, The Lancet, uno studio osservazionale da un enorme database mondiale chiamato Surgisphere (che include 96.000 casi di Covid ricoverati in ospedale) che afferma che l’uso di farmaci a base di clorochina ha causato un aumento significativo della mortalità. Si diceva che questo fosse il documento per porre fine a tutte le controversie su HCQ e Covid-19. Assicurarsi che tutti i principali media riferiscano su questo risultato. Questo doveva essere il chiodo nella bara per l’idrossiclorochina. Quindi avere rapidamente tre paesi europei che annunciano che non consentiranno ai medici di prescrivere il farmaco. Presto altri paesi ne vieteranno l’uso per Covid.
  9. Fare del proprio meglio per evitare qualsiasi controversia sulla veridicità di questo documento, senza mai ammettere la colpevolezza. Anche dopo che centinaia di persone hanno criticato questo studio osservazionale di Lancet a causa di fabbricazioni facilmente identificabili – il database utilizzato nello studio non esisteva e il numero di casi dichiarato non era d’accordo con il numero noto di casi – Lancet ha tenuto duro per due settimane, il che è servito a confondere le acque sul processo, fino a quando alla fine 3 dei 4 coautori (ma non Lancet né l’autore che presumibilmente possedeva il database) hanno ritrattato lo studio. Né gli autori né la rivista hanno ammesso la responsabilità, per non parlare di ciò che li ha indotti a co-autore e pubblicare una frode così evidente. Essersi assicurato che pochissimi media riferissero che i dati fossero fabbricati, che lo “studio” fosse fraudolento e che i farmaci fossero effettivamente sicuri. Anche se la storia della società di database, Surgisphere, era piena di dettagli scandalosi, la maggior parte dei media l’ha ignorata. La storia della ritrattazione dello studio è passata in gran parte inosservata al pubblico. Fare in modo che la maggior parte delle persone ricordasse la storia originale (falsa): che la clorochina e l’idrossiclorochina uccidono spesso i pazienti.
  10. Garantire che le agenzie federali come FDA e CDC rispettino le politiche desiderate. Alcuni esempi: 
  1. l’uso consigliato dalla FDA solo nei pazienti ospedalizzati (troppo tardi) e successivamente l’uso limitato ai soli studi clinici (che sono limitati, sono difficili da iscrivere, sono stati sospesi prematuramente o possono utilizzare dosi eccessive).
  2. Far fare alla FDA affermazioni false e infondate, come ad esempio: “I pazienti ricoverati avevano probabilmente maggiori prospettive di beneficio (rispetto ai pazienti ambulatoriali con malattia lieve)” e affermare che i farmaci a base di clorochina hanno un inizio d’azione lento. Se ciò fosse davvero vero, non verrebbero utilizzati per attacchi acuti di malaria o in pazienti critici con Covid. (Rivelazione: una volta mi sono somministrato la clorochina per un attacco acuto di malaria da P. vivax e ha funzionato molto velocemente.).
  3. sebbene fornire consulenza sul trattamento sia una parte importante della sua missione, il CDC rimanda invece i medici alle linee guida NIH, discusse di seguito.
  4. Nonostante il fatto che le linee guida belghe sul trattamento del COVID menzionino ripetutamente che le dosi di HCQ negli studi di recupero e solidarietà erano 4 volte la dose cumulativa utilizzata in Belgio, assicurati che le linee guida belghe, paradossalmente, raccomandino l’uso di HCQ solo all’interno degli studi clinici.
  1. Assicurarsi di evitare di finanziare/incoraggiare studi clinici che testano combinazioni di farmaci come l’idrossiclorochina con lo zinco, con l’azitromicina o con entrambi, sebbene vi siano ampie prove cliniche che tali combinazioni forniscano un beneficio cumulativo ai pazienti. Ad esempio, uno studio che ha esaminato questa combinazione non aveva finanziamenti.
  2. Le agenzie federali e delle Nazioni Unite fanno affermazioni false e illogiche basate su modelli (o invenzioni) piuttosto che su dati umani. Ad esempio, il 15 giugno la FDA dichiara che la dose richiesta per trattare il Covid è così alta da essere tossica, dopo che i trial Recovery  e Solidarity sono state esposte a dosaggi tossici. Questo doppio discorso scientifico offre una copertura legale alle sperimentazioni cliniche che hanno causato un’overdose ai loro pazienti. Secondo Denise Hinton, RN, il capo scienziato della FDA (sì, un’infermiera registrata senza qualifiche scientifiche è il capo scienziato della FDA), o forse un goffo paroliere della FDA: “Sotto il presupposto che l’accumulo cellulare in vivo è simile a quello dei saggi cellulari in vitro, le concentrazioni di polmone libero calcolate che risulterebbero dai regimi di dosaggio suggeriti dall’EUA sono ben al di sotto dei valori EC50/EC90 in vitro, rendendo l’antivirale effetto contro SARS-CoV-2 probabilmente non ottenibile con i regimi di dosaggio raccomandati nell’EUA. Il sostanziale aumento del dosaggio che sarebbe necessario per aumentare la probabilità di un effetto antivirale non sarebbe accettabile a causa di problemi di tossicità“.

C’è un rapporto dell’OMS che afferma che sono necessarie dosi tossiche. Questa è una sciocchezza poiché:

  • Nel 2005, i ricercatori CDC hanno mostrato forti effetti contro SARS-1 a concentrazioni ottenibili in sicurezza. Ecco la citazione pertinente: “L’infettività dei coronavirus diversi dal SARS-CoV è influenzata anche dalla clorochina, come esemplificato dal CoV-229E umano [15]. Gli effetti inibitori osservati sull’infettività da SARS-CoV e sulla diffusione cellulare si sono verificati in presenza di 1-10 μM di clorochina, che sono concentrazioni plasmatiche ottenibili durante la profilassi e il trattamento della malaria (variabili da 1,6-12,5 μM) [26] e quindi sono ben tollerato dai pazienti”. Un lettore mi ha chiesto di notare che questo studio è stato condotto in coltura tissutale.
  • Il farmaco a dosi normali viene testato in oltre 30 diverse condizioni mediche (vedi clinicaltrials.gov) e
  • rapporti provenienti da molti paesi diversi affermano che il farmaco è efficace per Covid-19 a dosi normali, mentre uno studio di trattamento con clorochina ad alte dosi è stato interrotto in Brasile e un preprint dello studio è stato pubblicato l’11 aprile, o forse il 7 aprile, dopo aver trovato quel farmaco gli effetti causavano aritmie ventricolari e decessi. JAMA ha pubblicato i risultati nell’edizione del 24 aprile.
  • La tossicità nello studio brasiliano è stata osservata dopo soli 3 giorni di trattamento, durante i quali sono stati somministrati 3,6 grammi di clorochina. Ma gli studi Solidarity (3,2 grammi di idrossiclorochina in 3 giorni), Recovery (3,6 grammi di idrossiclorochina in 3 giorni) e REMAP-Covid (3,6 grammi di idrossiclorochina in 3 giorni) hanno continuato a sovradosare i pazienti fino a giugno, o probabilmente più a lungo in caso di REMAP-Covid, nonostante le prove del Brasile di morti per overdose.

Significativamente, l’editore di JAMA Gordon Rubenfeld ha scritto ad aprile, dopo che lo studio brasiliano è uscito su JAMA, “se prescrivete HCQ dopo questi risultati JAMA, fate un favore a voi stessi e al vostro avvocato difensore. Documentate nella tua cartella clinica che avete informato il paziente dei potenziali rischi dell’HCQ, inclusa la morte improvvisa e i suoi benefici (???).”

  1. Creare un comitato delle linee guida del NIH per le raccomandazioni sul trattamento del Covid, in cui 16 membri hanno o hanno avuto legami finanziari con Gilead, produttore di Remdesivir. I membri sono stati nominati dai copresidenti. Due dei tre copresidenti sono essi stessi finanziariamente coinvolti con Gilead. Sarete sorpresi che le loro linee guida raccomandino specificamente contro l’uso di idrossiclorochina ea favore di Remdesivir, nonostante uno studio cinese di Fase III non abbia mostrato alcun beneficio, che è stato erroneamente pubblicato sul sito web dell’OMS e poi rimosso? Gli autori delle linee guida considerano le loro raccomandazioni il nuovo “standard di cura“. Ulteriori studi su remdesivir non hanno mostrato alcun chiaro beneficio in termini di mortalità.

Creare un riepilogo delle linee guida per il trattamento NIH che cherry raccoglie la letteratura per affermare che l’HCQ non fornisce alcun beneficio.

  1. Spaventare i medici in modo che non prescrivano idrossiclorochina, se prescriverla è consentita anche nella loro giurisdizione, perché la prescrizione al di fuori del nuovo “standard di cura” del NIH li lascia aperti sia a cause legali per negligenza che a potenziale perdita della licenza. Ad esempio, il Medical Licensing Board del Michigan ha emesso quanto segue: “La prescrizione di idrossiclorochina o clorochina senza ulteriori prove di efficacia per il trattamento di COVID-19 o con l’intento di accumulare il farmaco può creare una carenza di pazienti con lupus, artrite reumatoide o altri disturbi per i quali la clorochina e l’idrossiclorochina sono trattamenti comprovati. Le segnalazioni di questa condotta saranno valutate e potrebbero essere ulteriormente esaminate per l’azione amministrativa… È anche importante essere consapevoli del fatto che gli operatori sanitari autorizzati sono tenuti a segnalare pratiche di prescrizione inadeguate”.

In altre parole, i farmacisti del Michigan sono tenuti a fare la spia ai medici che prescrivono i farmaci per Covid. 

Inoltre, viene detto ai medici (tramite la FDA) che devono monitorare una varietà di parametri di laboratorio ed EKG quando usano il farmaco, anche se questo non è mai stato consigliato prima, il che rende molto difficile l’uso del farmaco in regime ambulatoriale. L’Agenzia europea per i medicinali emette avvertenze simili. In Australia solo i medici di determinate specialità possono prescrivere il farmaco per il Covid. E nel Queensland, i medici o i farmacisti che non si conformano (ad esempio prescrivendo il farmaco per la prevenzione del Covid) rischiano fino a 6 mesi di reclusione e una multa fino a 13.000 dollari australiani.

  1. Riuscire a controllare lo svolgimento della maggior parte dei test in tutto il mondo progettando appositamente i test di Solidarity gestiti dall’OMS, attualmente condotti in 35 paesi. L’OMS ha interrotto due volte gli studi clinici sull’idrossiclorochina in tutto il mondo. La prima volta, il 25 maggio, l’OMS ha affermato che era in risposta allo studio (fraudolento) di Lancet. La seconda volta, il 17 giugno, l’OMS ha affermato che lo stop era in risposta ai risultati del trial Recovery. Recovery ha utilizzato dosi altamente tossiche di idrossiclorochina in oltre 1500 pazienti, di cui 396 sono morti. Interrompere il processo prima che il consiglio di monitoraggio della sicurezza dei dati abbia esaminato i dati, una mossa che difficilmente sarà coerente con il protocollo del processo. Lo studio dell’OMS in oltre 400 ospedali ha sovradosato i pazienti con 2,0 g di idrossiclorochina nelle prime 24 ore. Il processo è stato interrotto tre giorni dopo l’esposizione delle dosi tossiche (da me). La sperimentazione ha coinvolto medici di tutto il mondo che digitavano informazioni minime sul paziente in una piattaforma dell’OMS online, che ha assegnato al paziente un trattamento.

L’unica informazione di “sicurezza” raccolta durante lo studio era se i pazienti avevano bisogno di ossigeno, avevano bisogno di un ventilatore o erano morti. Questo ha mascherato efficacemente gli effetti negativi dei farmaci testati.

Dovrei menzionare che il piano iniziale dell’OMS per il suo processo Solidarity ha completamente omesso i farmaci a base di clorochina, ma sono stati aggiunti su sollecitazione delle nazioni partecipanti. La posizione di ripiego dell’OMS sembra essere stata quella di utilizzare dosi tossiche.

  1. L’OMS fa pressione sui governi per fermare i medici che prescrivono l’idrossiclorochina.
  2. L’OMS fa pressione sulle società professionali per impedire ai medici di prescrivere l’idrossiclorochina.
  3. Assicurarsi che l’enciclopedia medica statunitense più consultata, UptoDate, consigli ai medici di limitare l’idrossiclorochina ai soli studi clinici, citando la FDA.
  4. Il capo della Task Force Coronavirus, il dottor Tony Fauci, insiste sul fatto che il farmaco non può essere utilizzato in assenza di prove evidenti… mentre ha insistito esattamente il contrario nel caso dell’epidemia di coronavirus MERS diversi anni fa, quando ha raccomandato l’uso di una combinazione di farmaci non testata… che era stata sviluppata a tale scopo dalla sua agenzia. E mentre si lamentava della mancanza di prove, si rifiutava di pagare le prove per studiare l’idrossiclorochina e annullava due prove sponsorizzate dal NIAID sull’HCQ ambulatoriale prima del completamento. E ha cambiato i presupposti del trial Remdesivir, non una ma due volte, per far sì che Remdesivir mostrasse un piccolo beneficio, ma nessun beneficio in termini di mortalità. Eppure, non dimenticatevi, Fauci era entusiasta di sponsorizzare una sperimentazione di un vaccino Covid (in parte di proprietà della sua agenzia) sugli esseri umani, prima che ci fossero dati da studi sugli animali. Questo per quanto riguarda la richiesta di Fauci di prove di alta qualità, prima di rischiare l’uso di farmaci e vaccini negli esseri umani.
  5. Convincere la popolazione che la crisi durerà a lungo. Hai il secondo uomo più ricco del mondo e il più grande finanziatore dell’OMS, Bill Gates, continua a ripetere al megafono dei media che non possiamo tornare alla normalità finché tutti non saranno stati vaccinati o non ci sarà un farmaco perfetto. (La Gates Foundation ha contribuito a progettare il processo di solidarietà dell’OMS, che afferma solo che ha più finanziatori, ha contribuito a finanziare il processo di recupero e Gates è fortemente investito in farmaci e vaccini Covid.)
  6. Il CDC (con l’aiuto della FDA) impedisce l’acquisto di kit per il test del coronavirus da Germania, Cina, OMS, ecc. e non riesce a produrre un kit per il test valido. Il risultato è stato che nei mesi di gennaio e febbraio non è stato possibile testare i casi negli Stati Uniti e per mesi da allora in poi kit di test insufficienti e inaffidabili hanno reso impossibile tracciare l’epidemia e fermare la diffusione.
  7. Credere che i portavoce medici mentissero al pubblico sulla gravità della pandemia e che quindi non sono state prese precauzioni quando avrebbero potuto essere più efficaci e meno durature. Il Congresso è stato più volte informato della pandemia a gennaio e febbraio, cosa che ha spaventato abbastanza numerosi membri del Congresso da vendere grandi quantità di azioni, rischiando spese di insider trading. Il senatore Burr è uno di loro, attualmente sotto inchiesta per importanti vendite di azioni il 13 febbraio. Eppure il 17 febbraio il dottor Fauci ha detto a USA Today che gli americani dovrebbero preoccuparsi più dell’influenza che del coronavirus, il cui pericolo era “solo minuscolo”. Poi il 28 febbraio i dott. Fauci e Robert Redfield (direttore del CDC) hanno scritto sul New England Journal: “… le conseguenze cliniche complessive di Covid-19 potrebbero in definitiva essere più simili a quelle di una grave influenza stagionale (che ha un tasso di mortalità di circa lo 0,1%) o di un’influenza pandemica (simile a quelle del 1957 e del 1968) piuttosto che a malattia simile alla SARS o alla MERS, che hanno avuto tassi di mortalità rispettivamente del 9-10% e del 36%”. 
  8. Distruggere la reputazione di rispettati medici che ti ostacolano. Il professor Didier Raoult e il suo team a Marsiglia hanno utilizzato l’idrossiclorochina su oltre 4.000 pazienti, riportando un tasso di mortalità di circa lo 0,8%. (Il tasso di mortalità dei pazienti trattati con idrossiclorochina nello studio Recovery era del 25,7%.) Raoult è molto famoso per aver scoperto oltre 100 diversi microrganismi e per aver trovato la causa a lungo ricercata del morbo di Whipple. Con questa reputazione, Raoult apparentemente pensava di poter curare i pazienti come riteneva opportuno, cosa che ha fatto, sotto grande coercizione. Raoult è apparso in un articolo del New York Times Magazine, con la sua faccia sulla copertina di una rivista, il 12 maggio 2020. Dopo aver descritto i suoi considerevoli risultati, il Times ha discusso in modo molto sfavorevole della sua personalità, ha insinuato che ha condotto processi non etici senza approvazione e ha utilizzato l’anonimo sourcing ha prodotto un pezzo di successo dettagliato. Raoult è ora considerato un pazzo inaffidabile negli Stati Uniti.

AGGIORNAMENTO: Raoult è stato ora (13 novembre) legalmente accusato di violazioni dell’etica in Francia per aver proposto e utilizzato HCQ nei pazienti Covid.

Riunire un gruppo di professori di Yale per contestare il loro collega professore di Yale Harvey Risch, MD, epidemiologo PhD, sulle sue pubblicazioni e sul supporto vocale dei benefici dell’HCQ per Covid. Il loro primo argomento è che non è un medico di malattie infettive. In particolare, il primo firmatario della dichiarazione contraria al dottor Risch è un economista.

Il medico e senatore statale Scott Jensen del Minnesota è indagato dalla sua commissione medica statale a causa di lamentele anonime sulla “diffusione di disinformazione” e sui “consigli sconsiderati” su COVID nelle interviste. Jensen è stato precedentemente selezionato come “medico di famiglia dell’anno” nel suo stato. Ora la sua licenza medica è a rischio, non per come ha curato un paziente, ma per quello che ha detto fuori dall’ufficio. Senza precedenti.

AGGIORNAMENTO: Jensen è stato esonerato.

  1. Le piattaforme dei social media vietano i contenuti che non sono d’accordo con la narrativa desiderata. Come ha affermato l’amministratore delegato di YouTube ed ex moglie del fondatore di Google Sergey Brin, Susan Wojcicki, “YouTube vieterà qualsiasi contenuto contenente consigli medici che contraddicono le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sul coronavirus. Tutto ciò che andrebbe contro le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sarebbe una violazione della nostra politica”.
  2. Quando i loro studi clinici vengono criticati per il sovradosaggio di pazienti, gli scienziati della Mahidol University, affiliati a Oxford e supportati dal Wellcome Trust, pubblicano articoli (una revisione della letteratura con modelli e uno studio di modelli) che pretendono di dimostrare che le dosi utilizzate non erano tossiche. Sviluppare un nuovo metodo per misurare l’idrossiclorochina in una manciata di pazienti in convalescenza che non sono stati avvelenati. Tuttavia, ci sono due problemi che sono stati dimenticati con questo approccio:
  • I dati brasiliani, inclusi 16 decessi, ampie informazioni cliniche e aritmie ventricolari documentate, sono molto più convincenti di un modello teorico di farmacocinetica dell’idrossiclorochina.
  • O il farmaco è troppo tossico per essere utilizzato, anche a dosi normali, per una malattia pericolosa per la vita, o anche dosi estremamente elevate sono sicure. Non si può averlo in entrambi i modi.

Oxford è l’istituzione che gestisce il processo di recupero e ha inventato un vaccino Covid che ha già 400 milioni di dosi ordinate. Il Wellcome Trust ha finanziato il processo di recupero.

  1. L’utente modifica le misure di esito primario dello studio dopo l’inizio degli studi, al fine di prevenire il rilevamento di decessi indotti da farmaci (Recovery) o per far sembrare che il suo farmaco abbia efficacia (studio NIAID Remdesivir).
  2. Impedire ai produttori di fornire il farmaco. Poco dopo l’uscita del documento fraudolento di Lancet, Sanofi ha annunciato che non avrebbe più fornito il farmaco per l’uso con Covid e avrebbe interrotto i suoi due studi clinici sull’idrossiclorochina. Uno degli studi annullati Sanofi avrebbe dovuto testare 210 pazienti ambulatoriali all’inizio del decorso della malattia. Il processo rimane sospeso nel momento in cui scrivo, mentre il giornale Lancet è stato ritirato 13 giorni dopo la pubblicazione. Sicuramente non si vorrà provare il trattamento con idrossiclorochina all’inizio della malattia, poiché potrebbe mostrare un effetto eccellente.

Sanofi (un’azienda farmaceutica) ha iniziato a comportarsi come un regolatore. Dal sito web dell’amministrazione dei beni terapeutici dell’Australian DOH:

Sanofi, il fornitore di uno dei prodotti a base di idrossiclorochina commercializzati in Australia (Plaquenil), ha anche scritto agli operatori sanitari sottolineando che l’uso dell’idrossiclorochina non è approvato in Australia per il trattamento del COVID-19 al di fuori dei confini di una sperimentazione clinica. Sanofi ha anche rafforzato alcuni dei rischi noti della prescrizione di idrossiclorochina, in particolare problemi cardiaci potenzialmente gravi. A livello globale, Sanofi ha ricevuto un numero maggiore di segnalazioni di gravi problemi cardiaci, inclusi decessi, in pazienti trattati con idrossiclorochina. Ciò sembra essere più comune nei pazienti trattati anche con altri medicinali che possono influenzare il cuore.

Quindi Sanofi ha iniziato a raccogliere informazioni su tutto l’uso off-label dell’idrossiclorochina in Nuova Zelanda e Australia. Perché Sanofi, un’azienda produttrice di farmaci, sta diventando un meccanismo di sorveglianza/applicazione volto a spaventare i fornitori di servizi sanitari dall’usare il farmaco per Covid, il cui uso è per definizione “off label”. Sanofi suggerisce in alternativa di segnalare (in modo anonimo o meno) l’uso off-label di altri al Centro di farmacovigilanza della Nuova Zelanda o all’equivalente australiano.

E osservate questo: Novartis fornirà HCQ solo a determinate condizioni e ha interrotto la sua sperimentazione HCQ a causa della mancanza di iscrizioni, sebbene l’iscrizione non fosse un problema per le altre sue prove COVID.

  1. Tentare di ritrattare documenti pubblicati che forniscono prove a sostegno dell’uso dell’idrossiclorochina per COVID. 
  2. Avere i propri scienziati “comprati” che nascondono i loro conflitti di interesse finanziari nei loro studi clinici e pubblicazioni HCQ, nonché nelle linee guida che producono.
  3. Far testare i propri farmaci sperimentali senza licenza, in modo molto più rapido ed economico che in circostanze normali, su pazienti Covid in ampi studi clinici, ma solo finché nessun farmaco è designato efficace per la condizione. Questa opportunità dura solo finché lo “standard di cura” per la malattia da Covid precoce non è altro che misure di supporto, poiché nessun farmaco è ritenuto efficace.
  4. Avere un’organizzazione di ricerca con grandi membri farmaceutici (A.O.K.I.) che fa pressione sul Ministero della Salute russo per rimuovere l’idrossiclorochina dalle sue linee guida terapeutiche.
  5. Interrompere l’uso dell’idrossiclorochina, presumibilmente in risposta allo studio fabbricato su Lancet, in Francia, Italia e Belgio (paesi con tassi di mortalità COVID molto elevati), poi Portogallo e poi Svizzera. Ma la Svizzera ha ripreso a utilizzare HCQ 15 giorni dopo. Questo ha creato un esperimento naturale in Svizzera. Circa 2 settimane dopo l’interruzione dell’uso di idrossiclorochina, i tassi di mortalità sono circa triplicati, per circa 15 giorni. Quindi, dopo che il suo uso è stato nuovamente consentito, due settimane dopo i tassi di mortalità per Covid sono scesi ai valori di base.
  6. Fare scrivere dai capi medici di Galles, Inghilterra, Scozia e Irlanda del Nord e il direttore del Servizio sanitario nazionale del Regno Unito, ai medici del Regno Unito, a) esortandoli a iscrivere i loro pazienti Covid in uno dei 3 studi clinici nazionali, due dei quali hanno gravemente sovradosato i pazienti con idrossiclorochina e b) interrompendo il loro uso di “trattamenti fuori licenza” al di fuori di uno studio. Ancora una volta, incontriamo una velata minaccia contro i medici che tentano effettivamente di curare l’infezione primaria da SARS-Cov-2. I responsabili medici hanno scritto

Anche se spetta a ogni singolo medico prendere decisioni sulla prescrizione, sconsigliamo vivamente l’uso di trattamenti fuori licenza al di fuori di una sperimentazione, dove è possibile la partecipazione a una sperimentazione… Qualsiasi trattamento somministrato per il coronavirus diverso dalle cure generali di supporto, trattamento per le condizioni sottostanti, e gli antibiotici per le complicanze batteriche secondarie, dovrebbero essere attualmente parte di una sperimentazione, ove possibile”.

  1. Avere un consiglio statale per la farmacia che rifiuta di dispensare idrossiclorochina al di fuori degli studi clinici il 15 giugno, citando la raccomandazione della FDA per l’uso solo negli studi. Emetti questo nuovo regolamento lo stesso giorno in cui la FDA pubblica la sua raccomandazione, indicando un coordinamento preventivo. Ma quando il regolamento viene pubblicato il 14 luglio, viene annullato immediatamente.
  2. Il FMI offre finanziamenti rapidi alla Bielorussia, ma solo se segue il modello raccomandato di risposta al Covid e impone quarantene, isolamento e coprifuoco.
  3. Un gruppo di medici è andato a Washington DC dal 27 al 28 luglio. Si sono definiti “i medici in prima linea d’America” ​​e hanno tenuto una conferenza stampa e discorsi in diretta sulla pandemia di Covid-19 e sulla necessità per i medici di poter prescrivere liberamente l’HCQ. Mentre i media hanno partecipato scarsamente alla conferenza stampa, il livestream ha ottenuto milioni di visualizzazioni. E in poche ore, il loro live streaming è stato bannato da Google, YouTube, Facebook e Twitter. Si diceva che Twitter vietasse ulteriormente i commenti sul suo divieto. Quindi Squarespace ha rimosso il sito Web di Frontline Doctors.

Oggi Bitchute ospita la loro conferenza stampa. Così fa Brighteon. In quei media che discutono dell’evento, il gruppo è bloccato per aver fornito informazioni errate.

  1. Dopo che la questione dell’HCQ ha ottenuto così tanta attenzione sui social media, il 29 luglio viene imposto un altro divieto alla prescrizione di HCQ per Covid, a partire dal 30 luglio in Ohio, usando il suo Pharmacy Board per dettare ai medici ciò che potrebbero non prescrivere. (Una ripetizione del n. 35 in uno stato diverso.) L’Ohio, con l’approvazione del governatore, ha avuto per la prima volta un’erogazione limitata di idrossiclorochina il 22 marzo. Almeno altri tre stati hanno limitato la sua erogazione contemporaneamente. Questo divieto ha ottenuto così tanta attenzione che il governatore repubblicano Mike DeWine lo ha revocato la mattina successiva. DeWine ha affermato di essere d’accordo con il commissario della FDA Stephen Hahn, che in un’intervista televisiva del 30 luglio ha affermato che la prescrizione di HCQ è tra medico e  paziente. Questo è in accordo con la legge della FDA; ma allora, perché la FDA ha taciuto quando i consigli di amministrazione delle farmacie, i governatori e altre entità statali hanno impedito la prescrizione di questo farmaco approvato dalla FDA nelle loro giurisdizioni?
  2. Dopo che Google ha rimosso l’articolo del medico James Todaro sull’idrossiclorochina per 4 mesi, viene permesso di farlo riemergere subito prima che i CEO di Google (e Facebook, Amazon e Apple) testimoniassero davanti al Congresso il 29 luglio sulla censura e l’abuso di potere. Fare si che Twitter avvisi che l’articolo di Todaro è un collegamento non sicuro.
  3. Dopo un’enorme attenzione al divieto dei video pubblicati dal gruppo di medici “America’s Frontline Physicians” e dal suo sito Web, fare intensi sforzi per screditare i medici coinvolti. MedPageToday ha affermato che “non è riuscito a trovare prove che nessuno dei relatori abbia lavorato in ospedali con un numero significativo di pazienti COVID-19”. Ma i medici hanno affermato di aver usato il farmaco precocemente e di aver impedito ricoveri e decessi. Con oltre 4,4 milioni di americani a cui è stato diagnosticato il Covid, quale medico non ha visto un paziente Covid? 

USAToday ha titola: “I medici in prima linea d’America” ​​possono essere veri dottori, ma gli esperti dicono che non sanno di cosa stanno parlando

Fare rivedere a USA Today le informazioni dettagliate pubblicate sulle licenze, i luoghi di pratica e le storie di negligenza dei medici che hanno parlato. I giornalisti USAT affermano che questi medici non sono esperti e mancano di conoscenza sull’uso dell’HCQ in Covid-19, nonostante il fatto che la maggior parte lavori nelle cure primarie, nelle cure urgenti o nella medicina di emergenza e riferisca di usare il farmaco per Covid. Eppure nessuno si chiede quanti anni fa l'”esperto” Tony Fauci ha curato per l’ultima volta un paziente? La licenza medica dell’”Esperta” Deborah Birx è scaduta nel 2014, quindi non ha nemmeno curato un paziente Covid. A proposito, ha lavorato nel laboratorio di Fauci tra il 1983 e il 1986.

  1. L’uso dell’idrossiclorochina è davvero il perno principale per comprendere e aggirare la pandemia. Se l’idrossiclorochina funziona ragionevolmente bene come profilassi e trattamento per Covid-19, potrebbe potenzialmente porre fine alla gravità della pandemia, ridurre notevolmente la trasmissione e riportarci alla vita come la conoscevamo. È necessario utilizzare le leve del governo, oltre ai media mainstream e ai social media, per impedire che ciò accada. Quindi, nel caso in cui i medici pensassero che il video di Frontline Doctors o un nuovo studio spagnolo che mostra l’utilità del farmaco significasse che dovrebbero usare l’idrossiclorochina per curare il Covid, occorre agire in fretta. Usare i propri rappresentanti a un’audizione della sottocommissione sanitaria del Congresso il 29 luglio per minacciare i medici di un uso del farmaco lo scorso aprile, in veterani che erano pazienti in casa di cura. Per il Washington Post:

“i medici della casa di cura da 238 posti letto hanno somministrato a [30] pazienti quello che è stato chiamato un “cocktail covid” per più di due settimane ad aprile, spesso nonostante le obiezioni degli infermieri e senza la piena conoscenza delle famiglie dei residenti. Almeno 11 residenti hanno ricevuto il farmaco anche se non erano stati testati per covid-19” ha scoperto il Post.

Ho curato pazienti in case di cura e raramente si discute di cambiamenti farmacologici con la famiglia, a meno che il paziente non sia gravemente malato. Quando i residenti delle case di cura stavano morendo come mosche lo scorso aprile, quando i test erano difficili da trovare e le diagnosi confermate poche e lontane tra loro, i medici hanno usato questo medicinale per cercare di prevenire i decessi nelle case di cura durante una pandemia. E ora vengono presi come capro espiatorio per averlo fatto.

L’articolo di WaPo non ci dice nemmeno se i pazienti sono sopravvissuti, guariti o sono stati danneggiati. L’articolo ha poco senso. Il suo unico scopo è quello di annerire il farmaco e i medici che lo usano.

Eppure, il 27 agosto, per quanto riguarda l’uso di HCQ nelle case di cura, i senatori Warren, Wyden e Casey hanno chiesto alla FDA e a Medicare/Medicaid di spiegare come lo stanno monitorando e hanno anche chiesto un’indagine dell’ispettore generale sul suo recente utilizzo nelle case di cura. “L’amministrazione Trump ci deve delle risposte sull’uso di un farmaco inefficace come l’idrossiclorochina nelle case di cura, l’epicentro della pandemia“, ha affermato Elizabeth Warren in una nota.

  1. Usare le commissioni statali per le licenze mediche per minacciare i medici che affermano che esiste una cura per Covid-19.
  2. Il dottor Fauci ha screditato studi osservazionali pubblicati che mostrano benefici durante un’audizione del Congresso, richiedendo studi randomizzati e controllati. Fauci non dice mai al Comitato di aver annullato l’unico studio randomizzato controllato su HCQ che la sua agenzia, NIAID, aveva promesso di condurre su HCQ. NIAID ha affermato di non poter arruolare un numero sufficiente di soggetti e lo studio è stato annullato dopo che solo 20 sono stati arruolati. Tuttavia, Fauci ha detto al Comitato che 250.000 americani hanno mostrato interesse a partecipare alle prove di un trial Covid. È difficile conciliare una tale estrema mancanza di interesse per una sperimentazione terapeutica e un così grande interesse per una sperimentazione sui vaccini. 

I medici che hanno scritto studi che mostrano i benefici dell’HCQ, anche se usato in ritardo (riduzione della mortalità del 50%) hanno difeso il loro lavoro dalle critiche di Fauci al Congresso.

  1. Erodere la responsabilità primaria del medico nei confronti del paziente, sostituendola con la necessità di svolgere ricerca clinica. Questa è la prima volta che sento una cosa del genere negli Stati Uniti: i medici di ricerca stanno facendo pressioni sui medici in prima linea per non deviare dal trattamento determinato dal protocollo, anche quando i pazienti arruolati negli studi di trattamento sono a rischio di morte. “Aiutare i futuri pazienti” è la motivazione fornita.

Devo dire che questa era la giustificazione per gli esperimenti dei medici nazisti? Non è stato accettato a Norimberga e non dovrebbe essere accettato ora. L’etica medica non è un mistero. Come pubblicato nel JAMA e accettato in tutto il mondo, la Dichiarazione di Helsinki della World Medical Association, alias “Principi etici per la ricerca medica che coinvolge soggetti umani“, afferma:

Sebbene lo scopo principale della ricerca medica sia generare nuove conoscenze, questo obiettivo non può mai avere la precedenza sui diritti e gli interessi dei singoli soggetti di ricerca.

Uno dei Principi di Norimberga dice essenzialmente la stessa cosa.

  1. Usare il termine “stellare” per descrivere lo studio Recovery nel NY Times del 5 agosto 2020, ma evitare qualsiasi accenno al fatto che il braccio idrossiclorochina dello studio Recovery sia stata somministrata a 1500 pazienti una dose tossica, potenzialmente letale, di cui oltre il 25% è morto.
  2. ​​Censurare ed espellere dai Democratici di Detroit un legislatore statale perché ha accreditato HCQ per averle salvato la vita quando ha avuto il Covid-19 e ha pubblicamente ringraziato il presidente Trump per aver portato il farmaco alla sua attenzione. È stato estremamente difficile per lei ottenere il farmaco, perché il suo governatore, Gretchen Whitmer, aveva vietato l’uso del farmaco per Covid.
  3. Nonostante ci si sia assicurati di controllare l’esito della stragrande maggioranza degli studi clinici randomizzati sui farmaci a base di clorochina, si è stati ostacolati da ricercatori medici a Detroit, Spagna, Italia, Francia, Arabia Saudita che pubblicano i loro risultati osservazionali con l’idrossiclorochina, mostrando il farmaco riduce drasticamente la mortalità da Covid.

Medici in Turchia, negli Stati Uniti, in Canada e negli Stati Uniti mostrano che la tossicità cardiaca dell’HCQ è trascurabile. Quindi il frontman Tony Fauci ha ripetutamente respinto queste prove da migliaia di pazienti, dal momento che non provenivano da studi randomizzati e controllati. Vedi c19study.com per una raccolta di 99 (58 peer reviewed) studi sui farmaci a base di clorochina in Covid-19 e convinciti cosa mostrano veramente i dati complessivi.

  1. Fare scrivere a Wikipedia quanto segue su Covid e HCQ: “tutti gli studi clinici condotti durante il 2020 hanno rilevato che è inefficace e può causare effetti collaterali pericolosi”. Le note a piè di pagina si riferiscono solo a una manciata di prove, mentre una raccolta di tutti i 99 studi (di diverso tipo, comprese meta-analisi e studi osservazionali) sul farmaco in Covid-19 racconta una storia completamente diversa.
  2. Fare sparire elettronicamente gli articoli favorevoli a HCQ. Una prestampa di meta-analisi di 41 studi sull’uso EARLY HCQ, scritta da medici statunitensi, è pubblicata sul sito ResearchGate, che ospita una raccolta di articoli accademici. L’articolo è rapidamente scomparso dal link. Ecco una breve descrizione dell’articolo:

Prodromos et al., Preprint, doi:10.13140/RG.2.2.29781.65765 (meta analisi)

L’idrossiclorochina è efficace e sicura per il trattamento del COVID-19 e può essere universalmente efficace se utilizzata prima del ricovero: una revisione sistematica

Meta analisi di 41 studi che concludono: “È stato dimostrato che l’HCQ ha un’efficacia clinica coerente per COVID-19 quando viene utilizzato all’inizio in ambito ambulatoriale e in generale sembrerebbe funzionare meglio quanto prima viene utilizzato. Nel complesso HCQ è efficace contro COVID-19. Non ci sono prove credibili che l’HCQ determini un peggioramento del COVID-19. HCQ ha dimostrato di essere sicuro per il trattamento del COVID-19 se utilizzato in modo responsabile”.

Un lettore (in seguito) mi ha inviato un altro link funzionante per il testo completo qui.

  1. Possiamo iniziare a collegare i punti tra coloro che hanno fraudolentemente soppresso trattamenti efficaci per Covid-19 e coloro che desiderano mantenere la crisi pandemica per rifare il mondo? Oggi, l’11 settembre, l’epidemiologo di Oxford, il dottor Peter Horby, uno dei principali investigatori del processo Recovery in cui sono morte 396 persone che hanno subito un’overdose di idrossiclorochina, ha ritwittato un tweet del World Economic Forum sui benefici ambientali dell’uso delle biciclette. Horby ha aggiunto: “Questo è dove dobbiamo essere diretti”.
  2. Da Anthony Fauci, che forse ha fatto più di ogni altra persona per infangare il valore dell’HCQ e impedire che i pazienti Covid vengano trattati in modo efficace, arriva una dichiarazione che sembra dare ascolto al sentimento del World Economic Forum al n. 49 sopra. Fauci incolpa la pandemia (che le sue azioni prolungano) sugli esseri umani che danneggiano la natura. E suggerisce che dobbiamo imparare a vivere diversamente, in armonia con la natura.

E ora, all’improvviso, capisco perché è così importante affermare che la pandemia è derivata da un’invasione umana nel territorio dei pipistrelli e non da un incidente di laboratorio. Perché l’invasione umana è posizionata per prendersi la colpa del Covid-19. (Si dice che SARS-1, Ebola e SARS-2 siano nati da esseri umani che vivono troppo vicino ai pipistrelli, li mangiano e si infettano, dando inizio a epidemie, ma questo non è stato dimostrato né per l’epidemia di SARS, né per l’epidemia di Ebola). Questo non è Fauci che si fa eloquente sulla natura. Questo è Fauci, l’America’s Doctor, che inizia la conversazione su come la popolazione umana, non il virus dei pipistrelli, sia il vero problema di fondo.

La citazione che segue è stata pubblicata sulla rivista Cell, nel paragrafo finale, il 3 settembre da Fauci e Morens: “La pandemia di COVID-19 è ancora un altro promemoria, aggiunto all’archivio in rapida crescita di ricordi storici, che in un mondo dominato dall’uomo, in cui le nostre attività umane rappresentano interazioni aggressive, dannose e squilibrate con la natura, provocheremo sempre più nuove emergenze a livello di malattie. Rimaniamo a rischio per il prossimo futuro. Il COVID-19 è uno dei campanelli d’allarme più vividi da oltre un secolo. Questo dovrebbe costringerci a iniziare a pensare seriamente e collettivamente a vivere in un’armonia più ponderata e creativa con la natura, anche se pianifichiamo ci saranno sempre le inevitabili, e sempre inaspettate, sorprese della natura“. Stanno suggerendo che una popolazione umana ridotta sarà meno suscettibile alle pandemie? O che le popolazioni rurali hanno bisogno di trasferirsi?

  1. Anche se il famoso giornale Mehra/Desai Lancet secondo cui HCQ e CQ hanno causato un enorme aumento delle morti è stato smascherato come un’invenzione totale dall’editore di Lancet e ritirato il 4 giugno, il Washington Post di oggi, 11 settembre, si collega alla sua storia del 22 maggio sul documento Mehra/Desai, usandolo come unica prova per l’ennesima falsa affermazione del pericolo dell’idrossiclorochina. Questo nonostante il fatto che il WaPo abbia riferito il 2 giugno di preoccupazioni sull’autenticità del documento. Il New York Times ha pubblicato almeno 3 articoli sul giornale inventato Mehra/Desai qui, qui e qui, e sapete che il WaPo legge ciò che riporta il NYT.

Neutralizzare le critiche elettronicamente rendendone difficile la lettura. Ho commentato l’articolo dell’11 settembre del WaPo e il suo insulto gratuito contro HCQ, in cui WaPo ha citato come autorità un documento inventato. Ho usato il modulo di commento online. Sono un’abbonata. Il WaPo ha stampato il mio commento, ma il mio commento sembra essere l’unico le cui parole si estendono oltre il margine destro e sono tagliate. Che strano.

  1. Quando tutto il resto fallisce, provereste davvero a far esplodere gran parte della fornitura mondiale di idrossiclorochina? 

Secondo il Taiwan English News: Un’esplosione in una fabbrica farmaceutica nella città di Taoyuan ha lasciato due feriti e ha provocato un incendio nel primo pomeriggio del 20 dicembre…

Il Liberty Times ha riferito che la fabbrica produce API di idrossiclorochina ed è il secondo fornitore mondiale di materie prime HCQ.

Un’altra fonte racconta la stessa storia. La società farmaceutica si chiama Sci Pharmtech Inc. L’esplosione è stata enorme e si è diffusa ad altre cinque società.

  1. Grosso errore. Si volevano cancellare tutte le informazioni ufficiali sulla sicurezza dell’idrossiclorochina. Ma ci si è dimenticati di rimuovere la guida al trattamento della malaria del CDC, che dice ancora la verità sul farmaco. Un foglio informativo di 2 pagine è disponibile online sul sito Web del CDC. Potrebbe scomparire dopo essere stato postato. La guida del CDC afferma,

“Chi può assumere l’idrossiclorochina? L’idrossiclorochina può essere prescritta ad adulti e bambini di tutte le età. Può anche essere tranquillamente assunto da donne incinte e madri che allattano.

Quali sono i potenziali effetti collaterali dell’idrossiclorochina? L’idrossiclorochina è un medicinale relativamente ben tollerato. Le reazioni avverse più comuni riportate sono mal di stomaco, nausea, vomito e mal di testa. Questi effetti collaterali possono essere spesso ridotti assumendo idrossiclorochina con il cibo. L’idrossiclorochina può anche causare prurito in alcune persone. Tutti i medicinali possono avere alcuni effetti collaterali. Effetti collaterali minori come nausea, vomito occasionale o diarrea di solito non richiedono l’interruzione del farmaco antimalarico. Se non riesci a tollerare il tuo farmaco antimalarico, consulta il tuo medico; sono disponibili altri farmaci antimalarici.

Per quanto tempo è sicuro usare l’idrossiclorochina? Il CDC non ha limiti all’uso dell’idrossiclorochina per la prevenzione della malaria. Quando l’idrossiclorochina viene utilizzata a dosi più elevate per molti anni, si è verificata una rara condizione oculare chiamata retinopatia. Le persone che assumono idrossiclorochina per più di cinque anni dovrebbero sottoporsi a regolari esami della vista.

Il sovradosaggio di farmaci antimalarici, in particolare l’idrossiclorochina, può essere fatale.

  1. Twitter ha censurato il Ministero della Salute brasiliano per aver twittato ai cittadini che avrebbero dovuto cercare un trattamento precoce per Covid, poiché prima vengono curati, migliore è il risultato. (La raccomandazione dannosa degli Stati Uniti è di rimanere a casa e non fare nulla fino a quando non sarà necessario il ricovero in ospedale.)

Questo Tweet ha violato le Regole di Twitter sulla diffusione di informazioni fuorvianti e potenzialmente dannose relative al COVID-19. Tuttavia, Twitter ha stabilito che potrebbe essere nell’interesse del pubblico che il Tweet rimanga accessibile. Successivamente è stato completamente rimosso. Un tempo era un’illustrazione per questo articolo, ma ora non c’è più.

  1. Avere dalla propria la guida dell’OMS che dice HCQ non dovrebbe essere utilizzato per Covid, sulla base di 6 studi multicentrici che includevano oltre 6.000 pazienti. Sei! Decine di studi che hanno utilizzato un numero molto maggiore di pazienti hanno dimostrato benefici, ma questi sono stati omessi dalla revisione dell’OMS. Naturalmente, inclusi in questi sei studi (e che rappresentano circa la metà dei pazienti nella revisione dell’OMS) sono gli studi di recupero e solidarietà che hanno sovradosato soggetti con idrossiclorochina e causato una mortalità del 10-20% superiore rispetto ai soggetti placebo che non hanno ricevuto alcun trattamento! L’OMS conferma che quando si avvelenano i pazienti con dosi eccessive non se la cavano bene. Concordo sul fatto che dosi velenose di HCQ o qualsiasi altra cosa non dovrebbero mai essere utilizzate nei pazienti.

L’OMS commenterà l’unica vera domanda, e cioè qual è il valore dell’uso di dosi terapeutiche all’inizio del decorso della malattia? I risultati di oltre 200 studi parlano da soli.

Perché le famiglie dei soggetti che sono morti in questi processi non denunciano? Quali informazioni su quali farmaci non sono state fornite ai familiari per evitare che ciò accadesse?

  1. La Bill and Melinda Gates Foundation è ancora all’altezza dei loro sporchi trucchi per diffamare l’idrossiclorochina. Ancora un altro articolo è uscito da U. Washington, pagato da BMGF, che afferma che l’HCQ non è utile per il trattamento precoce (nonostante dozzine di studi contrari). Se leggi attentamente il nuovo articolo, scopri che HCQ ha effettivamente aiutato, ma gli autori hanno modificato i dati per rimuovere la significatività statistica… e hanno interrotto il processo prematuramente. La mia analisi è qui.
  2. È importante continuare a suonare il tamburo che dice, non solo i farmaci non funzionano, ma sono pericolosi, per cominciare. E quindi abbiamo una nuova meta-analisi progettata per fare proprio questo.

Originariamente pubblicato sul substack di Meryl Nass.

Le opinioni e le opinioni espresse in questo articolo sono quelle degli autori e non riflettono necessariamente le opinioni di Children’s Health Defense Europe.

Please read our Re-publishing Guidelines.


Message from RFK
Share via
Copy link
Powered by Social Snap