L’OMS rinnova la spinta per un trattato globale sulle pandemie, mentre la Banca Mondiale crea un fondo da 1 miliardo di dollari per i passaporti dei vaccini

Di Michael Nevradakis, Ph.D.

Mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità porta avanti i piani per la promulgazione di un trattato internazionale di preparazione alle pandemie nuovo o rivisto, la Banca Mondiale e altre organizzazioni stanno promuovendo nuovi regimi di passaporto per i vaccini.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sta portando avanti i piani per l’adozione di un trattato internazionale di preparazione alle pandemie nuovo o rivisto, nonostante le battute d’arresto subite all’inizio dell’estate dopo che decine di Paesi, soprattutto al di fuori del mondo occidentale, si sono opposti al piano.

Il 21 luglio, durante una riunione dell’Organismo intergovernativo di negoziazione (INB) dell’OMS, la maggioranza degli Stati membri dell’OMS ha deciso di perseguire uno strumento giuridicamente vincolante per le pandemie che conterrà “elementi sia giuridicamente vincolanti che non”.

STAT News ha descritto l’accordo, che creerebbe un nuovo quadro globale per rispondere alle pandemie, come “la chiamata all’azione più trasformativa per la salute globale da quando [l’] OMS stessa è stata costituita come prima agenzia specializzata delle Nazioni Unite nel 1948”.

Nel frattempo, il Forum economico mondiale, l’Unione africana e la Banca mondiale – che hanno creato un fondo di 1 miliardo di dollari per la “sorveglianza delle malattie” e il “sostegno contro le pandemie attuali e future” – stanno sviluppando i propri meccanismi di risposta alle pandemie, tra cui nuovi quadri di passaporto per i vaccini tra Paesi.

Il “trattato sulle pandemie” dell’OMS: cosa è stato proposto e cosa significherebbe?

LEGGI l’articolo completo su The Defender qui.

Please read our Re-publishing Guidelines.


Message from RFK
X
Share via
Copy link
Powered by Social Snap