Vera Sharav, sopravvissuta all’Olocausto: “Siamo a un bivio importante. O la società ce la farà e sopravviverà, o non lo farà “(Intervista con Uwe Alschner – 2/2)

Di Uwe Alschner

 

 

Vera Sharav, sopravvissuta all’Olocausto, ha a lungo condotto una campagna per i diritti umani nel contesto di esperimenti medici. È la fondatrice e presidente dell’Alliance for Human Research Protection. Lì sostiene le persone che partecipano a esperimenti medici contro la loro volontà o senza la loro conoscenza. Uno di questi esperimenti è la vaccinazione contro il virus SARS-COV2, afferma Vera Sharav. Inoltre, l’attivista per i diritti umani colloca l’attuale crisi nel contesto di nozioni ideologiche di eugenetica e controllo della popolazione. I principali rappresentanti del “Great Reset” hanno – come il fondatore del WEF Klaus Schwab – legami familiari con il nazionalsocialismo o, come Bill Gates, brevetti sulle tecniche per marcare in modo indelebile i dati personali sotto la pelle (“Quantum Dot Tattoo”). Quando il dibattito su questi temi non viene aperto, ma soppresso è chiaro, dice Vera Sharav, che la verità viene nascosta.

Vera Sharav: Il fatto che sia successo in tutti i paesi occidentali significa che è stato coordinato! Qualcuno lo ha organizzato, ovviamente, di nuovo a porte chiuse, in segreto. Ma tutti erano d’accordo: Canada, Stati Uniti, Gran Bretagna, Spagna, Italia, ovunque fosse fatto. Anche in Israele … È stata un’azione concertata per sbarazzarsi ovviamente della zavorra economica.

Le persone non dovrebbero ingannare i loro simili: questo è solo il primo passo! A chi tocca dopo? Ho sentito che ci sono ordini di non rianimare i bambini con disabilità in caso di arresto cardiaco.

Se noi cittadini permettiamo che questa agenda e il suo calendario continuino, la specie umana sarà perduta. Quelli che gestiscono l’agenda osservano a livello globale!

Qui negli Stati Uniti, molti, una quota sproporzionata dei morti per Covid -oltre al gruppo dei più anziani a rischio – proviene dai gruppi afroamericani e ispanici. Quindi, quando si dice Black Lives Matter, questo non si applica alla salute pubblica! La politica della sanità pubblica è razzista! È parziale e unilaterale. C’è razzismo istituzionalizzato nella salute pubblica! Ed è stato così per decenni!

Con l’Alliance for Human Research Protection che ho fondato, e nel mio lavoro prima ancora, ho … Mettiamola in un altro modo: Ho superato l’orrore dell’Olocausto e sono venuta negli Stati Uniti quando avevo undici anni. Una delle prime domande che mi sono posta è stata: dov’erano tutte queste persone [quando ne avevamo bisogno]? Come hanno potuto lasciare che ciò accadesse [a noi]? Perché mio padre è dovuto morire? Ero fuori di me dalla rabbia. Poiché quella che ho visto era una vita molto confortevole, New York era piuttosto lussuosa a quel tempo. Non riuscivo a capirlo. Come è potuto accadere?

Certo, con il tempo e invecchiando, ho imparato com’è la vita: accadono cose brutte, ma la vita va avanti. Ma c’era anche un altro aspetto: c’erano molte persone che guadagnavano splendidamente dalla guerra. Ogni guerra ha i suoi approfittatori.

Probabilmente allora ho capito che non potevo diventare, non potevo diventare così. Se ero così indignata dall’indifferenza della gente, era chiaro per me che non dovevo guardare dall’altra parte quando si verifica un’ingiustizia.

E quindi da molti anni mantengo un occhio critico sulla ricerca medica. E continuerò a farlo. Anche perché i vaccini stanno diventando sempre più importanti.

Dovete sapere questo: in medicina, ci sono due campi in cui la coercizione è accettata. Uno è la psichiatria, ed era così anche allora nella Germania nazista: dopo che i bambini divennero malati di mente, furono curati forzatamente. Chi soffre di una malattia mentale è svantaggiato, perché non può testimoniare in tribunale, a causa della malattia.

Quindi mi sono concentrata su quest’area perché ho scoperto così tanti studi che sono stati progettati per fornire la prova che i bambini di colore diventano autori di reati violenti. Che tipo di “scienza” è questa? Ma le istituzioni della scienza, come il National Institute of Mental Health, hanno sponsorizzato questi esperimenti che miravano a confermare l’ideologia eugenetica. Sì, ai bambini afroamericani è stato somministrato un vaccino non approvato negli Stati Uniti e che si era già dimostrato pericoloso nelle Filippine, soprattutto per i maschi, ma lo hanno somministrato lo stesso a Los Angeles. E anche i bambini afroamericani sono stati abusati durante i test per vaccini e farmaci contro l’AIDS.

È ovvio: nella sanità pubblica, le vite dei neri non contano! [Black lives don’t matter]. Sono materiali di consumo!

Attraverso la mia esperienza, tuttavia, ho sviluppato antenne molto sottili. Se qualcosa può accadere a me, allora potrebbe succedere a chiunque altro. Ecco come l’ho interpretato. È purtroppo vero che la maggior parte delle persone si sente più sicura quando ha la stessa opinione di colleghi e amici.

Questo è un atteggiamento molto pericoloso, perché apre la porta a tiranni criminali. Uno dei problemi con Pfizer, ad esempio, è che l’azienda ora dispone delle informazioni mediche dell’intera popolazione israeliana, il che di per sé è estremamente straordinario, perché Israele ha sempre affrontato minacce esistenziali, e quindi ha sempre cercato di proteggere la sua popolazione. Come diavolo puoi consegnare i dati medici della popolazione a una società che ha un simile catalogo di casellari giudiziari? In Sud America … L’Argentina ha resistito alle richieste dell’azienda; queste richieste includevano la cessione dei beni del paese, comprese le sue basi militari, a titolo di garanzia. Garanzia per proteggere in modo assoluto Pfizer dall’essere citata in giudizio da chiunque per danni causati dal vaccino.

Il mio primo pensiero su questo è stato – a parte il metodo commerciale oltraggioso di un’affermazione così sfacciata, la domanda davvero intrigante è questa: aspetta un minuto. Quali informazioni devono possedere sul proprio vaccino per richiedere una protezione così ampia? Sicuramente questo dovrebbe far suonare il campanello d’allarme per tutti! Loro sanno meglio di chiunque altro quanto sia grande il rischio, perché conoscono tutti i dati. Noi non lo sappiamo! Se vivessi in Israele, chiederei informazioni su quanto Netanyahu [il capo del governo] ha ottenuto per l’accordo.

Anche se non sospettavate che si potesse fare qualcosa con i dati medici, il valore economico delle informazioni sui problemi di salute della popolazione israeliana da solo è incommensurabile per un’azienda farmaceutica. Sulla base di ciò, è possibile immaginare tutti i tipi di ricerca che apriranno un incredibile flusso di entrate. Parliamo di otto milioni, nove contando i bambini, che presto saranno anche loro compresi.

Ci sono così tante domande che è imperativo porsi. Non sono uno scienziato, i veri scienziati possono spiegare le cose nel contesto molto bene. Non hanno davvero bisogno del gergo. E la significatività statistica non è l’unico fattore in medicina. Ciò che conta è l’effetto clinico di un prodotto. Come agisce sulle persone. Ed è per questo che il giuramento di Ippocrate è così importante e così giusto! Se guardate le persone come a un gregge, avete perso il punto!

E non si può nemmeno impedire alla scienza di dover condurre frodi scientifiche su tali basi. Gli individui insieme costituiscono la società. Non è vero che la società è un’altra cosa e che l’individuo non conta. Il bene comune non è mai stato nominato in modo specifico. Qual è il bene comune? Chi lo definisce?

Vorrei affrontare qualcos’altro: ho citato Klaus Schwab.

Uwe Alschner: Per favore, continui!

Vera Sharav: Fino ad ora non c’erano assolutamente informazioni su Internet, o nelle enciclopedie, “Who’s Who” o simili, su Klaus Schwab prima del 1970. Niente di niente! È nato a Ravensburg nel 1938. Ora, il 20 febbraio, un giornalista investigativo ha documentato ciò che è rimasto fino ad ora taciuto: e non posso che consigliare a tutti di leggere questo reportage! Spiega ciò che sospettavo da tempo, ma di cui non avevo prove. Il rapporto si intitola “Schwab Family Values”. Si può leggere il rapporto online ora. Il rapporto contiene le risposte: questo potrebbe essere l’inizio di un “Quarto Reich”!

C’è una continuità incredibile! Non voglio nemmeno … È tutto lì. Riguarda anche suo padre, Eugen Schwab, che gestiva la filiale di Ravensburg di una società svizzera che produceva tutti i tipi di armamenti per i nazisti. È stata assegnata una medaglia nazista per questo, per servizi eccezionali resi ai nazisti, fammi vedere se riesco a trovare quale fosse la designazione … [National Socialist Muster Betrieb].

Torno ora al presente.

Il passaporto vaccinale… Israele è stato il primo paese ad annunciarne l’introduzione. Questo, ovviamente, mi ha piuttosto scioccato! Perché? Ebbene, cosa significa veramente? Significa apartheid!

Significa la divisione dei cittadini in meritevoli e degradati. Quelli che non meritano, e quelli che dovrebbero essere premiati. È l’abolizione dell’uguaglianza democratica. Vaccinazione obbligatoria dalla porta sul retro!

Ed è un vaccino interamente sperimentale!

Quindi stiamo parlando di un enorme esperimento, 8 milioni …, un esperimento su 8 milioni di persone che sono disposte … cioè: se sono davvero disposte a creare un sistema di apartheid a due livelli. Per favore, qualcuno lo fermi! È anche ironico che una parte significativa della resistenza provenga dagli ebrei ultraortodossi. Si sono opposti alla chiusura perché ha impedito il culto.

Ho fatto ricerche: nemmeno al tempo dell’influenza spagnola nel 1918 furono chiusi i luoghi di culto. Certamente non hanno chiuso l’intera società. I veri scienziati che studiano la diffusione delle malattie infettive hanno avvertito: non si deve chiudere la società. Non si isolano mai i sani. Occorre solo isolare i malati! Bisogna isolare i malati in quarantena e curarli. In questo caso, vanno curati tempestivamente.

Ma non si devono isolare tutti gli altri! Non si deve chiudere l’economia locale! La maggior parte di loro non potrà riaprire. Andranno in bancarotta, tranne le società molto grandi, Amazon e tutte le altre società di vendita per corrispondenza su Internet, dove non c’è contatto umano con il cliente. Ovviamente hanno migliaia di dipendenti, ma lì non importa.

Fa tutto parte di ciò che Klaus Schwab chiama il “Grande Reset”. Ha scritto le istruzioni per questo. Come dovrebbe essere fatto. Le persone diventano “capitale umano”. Penso che siamo arrivati ​​a un punto in cui dobbiamo pensare seriamente: Come fermiamo l’emergere del Quarto Reich? Perché abbiamo già ceduto tanto controllo a chi fa sul serio! Si stanno preparando per questo da molto tempo!

Bill Gates ha già… ha finanziato la ricerca che M.I.T. ha eseguito per lui. Ha fatto sviluppare un tatuaggio che, invece di una carta d’identità stampata, memorizza nella pelle informazioni che possono essere lette con un iPhone. Cosa ne pensate di questo?

Penso che … beh, questo suonerà assurdo, e alcune persone penseranno che “la vecchia signora è un po’ confusa”. Ma penso che le persone siano diventate dipendenti dalla tecnologia. E questa sarà la loro rovina! Perché se non fossero così dipendenti dall’iPhone e da tutti gli altri giocattoli digitali, non seguirebbero così prontamente. Ma non riescono a vedere come queste “grandi cose” potrebbero essere utilizzate per esercitare il controllo su di loro. Contro il loro volere!

Le persone sono … è stata una manipolazione psicologica di cui non si sono accorti.

E sta accadendo anche ora con il lockdown. Ogni stato, ogni paese lo fa a modo suo, sempre leggermente diverso. Come si può seriamente dire che è scientificamente fondato? È pura arbitrarietà! Ora ci sono 16 stati degli Stati Uniti senza mascherina obbligatoria. Non vedo grandi focolai. È un gigantesco… lavaggio del cervello.

Mi piacerebbe che la Germania assumesse un ruolo di leadership su questo tema! Perché non dovremmo ritrovarci di nuovo nella situazione in cui i nostri nipoti ci guardano in faccia con aria interrogativa e dicono: “Cosa c’era che non andava in te? Come hai potuto essere così stupido da lasciare che accadesse di nuovo? “

Come dovrei metterla … Capisco che sembro molto dura. E questo potrebbe non andare bene. È proprio questo: vedo i pericoli così abbondantemente chiari nella mia mente! E a poco a poco si aggiungono altre tessere al mosaico.

Come hanno “giocato” con i ristoratori, per esempio. È davvero così assurdo! All’esterno. A 1,50 metri. A distanza. I ristoranti di New York che potevano permetterselo – di solito sono quelli che avevano già una piccola catena e avevano accumulato un po’ più di sostanza – hanno messo le tende sul marciapiede. Mi spiegate per favore che differenza fa se un tavolo è al chiuso o circondato da plexiglass o tela? È assurdo! Niente di tutto questo ha senso! Ma questo è il mondo in cui viviamo!

O la terribile decisione di chiudere tutte le istituzioni culturali! E privare i bambini della loro educazione. Questo è il secondo crimine più grande dopo gli esperimenti medici! Privare un’intera generazione del diritto all’istruzione. È semplicemente inconcepibile! E i bambini. Sì, a loro piace dire che i bambini sono untori. “Anche se non hanno sintomi, stanno diffondendo il virus ovunque!” Coloro che lo dicono non hanno prove per questa affermazione! I diktat non hanno bisogno di prove! È così incredibilmente triste! Credetemi, non avrei mai pensato di dover provare di nuovo qualcosa di simile. Di avere paura ancora una volta.

Lasciate che vi parli della vaccinazione: non ho intenzione di vaccinarmi! Ed è per questo che ci ho già pensato: cosa succederebbe se suonassero al mio campanello? Medici e polizia. Ho sentito che questo è esattamente quello che è successo in una casa di riposo in Germania. È esattamente così che ha fatto la Gestapo. E allora cosa posso fare? Sveglierò la bambina di sei anni che è in me e a testa alta urlerò per la mia vita. Cos’altro posso fare?

Siamo davvero… a un bivio importante! O la società ce la farà e sopravviverà, o non lo farà!

C’erano così tanti segni significativi. La Cina è stata elogiata come modello. Quale persona sana di mente vorrebbe vivere nella Cina comunista? È come vivere in uno stato guidato dalla STASI! Ma le persone avrebbero potuto notare da questo che l’obiettivo è un gregge obbediente. Un popolo che dice “sì” e “amen” a tutto.

La cosa divertente è: c’era una corrente di pensiero tra il popolo americano, e anche tra gli israeliani, che credeva nelle proprie forze. “Siamo abbastanza forti e possiamo farcela”. Dov’è finito questo atteggiamento? La fede in sé stessi, dov’è?

Uwe Alschner: Vera, grazie mille per questa preziosa e importante intuizione sulla comparabilità di eventi terribili del passato e degli eventi attuali, che potrebbero ancora svilupparsi in un mondo molto più oscuro. Ha parlato di noi a un bivio. Sono d’accordo con lei! È un bivio. Molti di noi non sono ancora stati in grado di pensare e realizzare ciò che sta accadendo. Chi ammonisce è stato accusato di non avere buone intenzioni. È vero il contrario!

Pertanto, era importante che lei, in quanto sopravvissuta all’Olocausto, sottolineasse le somiglianze. Siete chiamati a fare questi confronti. Anche il confronto tra la Green Vaccination Card e l’apartheid.

Queste sono parole forti che trovo molto utili. Possono essere usate per far capire alle persone che non abbiamo solo bisogno dell’aiuto divino, ma che abbiamo anche bisogno di riscoprire la nostra dignità e intelligenza umana per realizzare ciò che deve essere fatto ora. Vale a dire: resistere pacificamente, ma risolutamente alla propaganda e anche alle misure che sono state prese, tanto ingiuste quanto disumane.

Vera Sharav: Lasciatemi aggiungere una cosa, per favore, sulla stella di Davide

Ho suggerito di usare questo simbolo. Ma capisco che altri che non sono stati personalmente colpiti lo usano come un attacco. Ti ritraggono come il nemico e al contrario. Si sostiene che i critici vogliano tornare alla storia. In effetti, indossare la Stella di Davide significa un segno: la stella ha segnato l’inizio, molto prima delle deportazioni! Quelli che sopprimono il dibattito, impediscono la discussione, lo scambio di idee, persino gli incontri.

Va benissimo litigare! Va bene anche avere un acceso dibattito. Quando censurano e chiamano i dissidenti “teorici della cospirazione”, questo è un segnale di avvertimento: c’è un insabbiamento in corso! Stanno coprendo ciò che non dovrebbe essere discusso dalle persone, ciò di cui non si deve parlare e ciò che non dovrebbe essere conosciuto! Questo è quello che sta dietro le misure di censura. È un riflesso di difesa.

Oh, e le “teorie del complotto” … Se fossero solo teorie, non ci sarebbe bisogno di censurarle.

Non ci sarebbe bisogno di perseguitare e cancellare tutti coloro che dicono qualcosa di diverso dalla narrazione ufficiale. Sarebbe completamente inutile. Lo fanno solo perché la propaganda è una bugia. E vogliono vendere questa bugia come l’unica verità.

Uwe Alschner: Vera Sharav, grazie mille per il tempo che ci ha dedicato! È stato un grande onore! Le auguro il meglio! Auguro a noi che il suo coraggio e la sua determinazione crescano in modo esponenziale e ci ispirino tutti! Perché dobbiamo prendere coraggio e prendere una posizione! La ringrazio molto!

Vera Sharav: Grazie!

Originally published by the German Blog Vitalstoff.Blog

Vera Sharav, una sopravvissuta all’Olocausto, parla delle misure anti Coronavirus e di come attaccano la nostra umanità in un’intervista con il nostro corrispondente tedesco Uwe Alschner (1/2)

Please read our Re-publishing Guidelines.


Message from RFK