Votato lo Schema Europeo di Passaporto Vaccinale

A Bruxelles ieri il Parlamento europeo ha adottato una posizione negoziale sulla proposta della Commissione per il Green Pass digitale. 575 deputati hanno votato a favore di un testo di compromesso, con 80 contrari e 40 astenuti.

La votazione si è svolta a distanza dopo tre ore di discorsi in un’aula quasi vuota.

Il desiderio della Commissione di creare un sistema universale di punti di controllo sanitario all’interno dell’UE era evidente prima della sessione plenaria. Durante il dibattito è diventato sempre più chiaro che questi controlli si svolgeranno oltre i confini degli Stati membri.

Gli eurodeputati si sono rassegnati ad approvare il Regolamento per “tornare alla normalità” anche se questo “mette in gioco Schengen”.

Le preoccupazioni degli elettori che la società europea sarebbe stata divisa sono state riportate occasionalmente, di solito come prefisso a una dichiarazione schietta secondo cui la DGC non avrebbe discriminato né avrebbe funzionato come un pass per l’ingresso negli Stati membri.

Una manciata di eurodeputati ha chiesto di esaminare la proposta in modo più critico.

Con l’approvazione del Parlamento – e con le tre istituzioni dell’UE già allineate – i negoziati tra Commissione, Consiglio e Parlamento sul testo finale saranno una mera formalità.

Possiamo aspettarci l’approvazione senza discussione entro giugno, e l’inaugurazione di un sistema sofisticato e probabilmente duraturo di controlli sanitari in tutta Europa, potenziato dal draconiano Modulo per la localizzazione dei passeggeri , anch’esso in procinto di diventare legge.

Pubblicato originariamente sul blog britannico Lockdown Sceptics

Please read our Re-publishing Guidelines.


Message from RFK